random_image2.jpg

Un fratellino e una sorellina di 8 e 3 anni, affetti dalla stessa forma di distrofia retinica ereditaria, hanno riacquistato importanti capacità visive in seguito al trattamento con terapia genica. Gli interventi sono stati eseguiti in collaborazione dalle unità di Oculistica della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS e dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, nell’ambito di un progetto avviato nel 2021 per la gestione comune di pazienti pediatrici e adulti affetti da degenerazioni retiniche ereditarie.

ROMA. Nuova luce in sala operatoria per la maculopatia, la patologia che oscura la vista, una macchia sulla retina, che colpisce soprattutto la popolazione anziana. Ad accenderla, e con essa la speranza per quanti non vedono più bene, sono due interventi rivoluzionari, uno in Italia e l’altro negli Usa.

VENEZIA. Dal 2015 la Collezione Peggy Guggenheim ha reso il proprio patrimonio artistico fruibile da parte di non vedenti e ipovedenti grazie al progetto Doppio Senso. Percorsi Tattili, sospeso due anni e mezzo fa per la pandemia. Il progetto, in virtù della riproduzione in termoform e resina di alcuni capolavori custoditi nel museo da parte del centro del Materiale didattico dell'Istituto ciechi di Milano, ha permesso che adulti e bambini con disabilità visiva venissero per la prima volta guidati alla loro scoperta attraverso il tatto.

Durato circa 2 ore, l'intervento, avvenuto all'Azienda Ospedaliera San Giovanni Addolorata di Roma, è stato eseguito dal responsabile Uosd chirurgia vitreoretinica Marco Pileri nell'ambito del progetto internazionale PRIMAvera.

PRATO. Nata da un’idea dell’artista Antonella Nannicini, con la sua Associazione di Promozione Sociale Arcantarte, «per dare la possibilità di conoscere le opere toccandole, considerando che la scultura è l’espressione artistica che più di tutte beneficia del contatto fisico», la mostra tattile Accarezza l’Arte, giunta alla sua sesta edizione, verrà inaugurata nel pomeriggio di venerdi 16 settembre, presso Palazzo Vaj di Prato (Via Pugliesi, 26, ore 18).

Divulgati dal Ministero i numeri relativi alle scuole statali: con l’avvio dell’anno scolastico avremo 7.286.000 alunni (290mila con disabilità) e 366mila classi.

Artribune del 06/09/2022

BETHESDA (USA). Per la prima volta è stato effettuato con successo un trapianto di tessuto, ricavato da cellule staminali prelevate da un paziente e successivamente trasformate in cellule retiniche, per contrastare la degenerazione maculare avanzata secca. Il rivoluzionario intervento è stato eseguito al Clinical Center dei National Institutes of Health, a Bethesda (Usa), ed è stato definito una «svolta» da Stanislao Rizzo, direttore dell’Unità Operativa Complessa di Oculistica del Policlinico Gemelli e membro del consiglio direttivo Società Italiana di Scienze Oftalmologiche (SISO).

Superando del 31/08/2022

Molti automobilisti conosceranno sicuramente il dispositivo tecnologico chiamato Cruise Control, strumento presente ormai in quasi tutti i veicoli, che consente la regolazione automatica della velocità di marcia, senza l’intervento specifico del guidatore. Ben pochi sanno però che l’inventore americano di questo congegno era non vedente fin dall’età di cinque anni. Stiamo parlando dell’ingegner Ralph Teetor (1890-1982).

Prima del rientro a scuola è bene sottoporre i bambini a un controllo della vista così da individuare eventuali problematiche. Dalle visite periodiche alle regole di prevenzione, ecco le raccomandazioni del Professor Francesco Bandello, primario dell’Unità di Oculistica dell’IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano.

In Italia 2 scuole su 3 sono ancora prive di postazioni informatiche accessibili agli alunni disabili, solo l'1 per cento ha disponibilità di ausili per studenti con cecità o ipovedenti. Eppure le pubbliche amministrazioni dovrebbero attenersi alle Linee Guida sull’accessibilità degli strumenti informatici in nome della transizione digitale.

Dalla Svezia arriva una cornea artificiale ricavata da molecole di collagene di maiale che, impiantata con un innovativo intervento chirurgico, promette di diventare una valida alternativa al trapianto di cornea umana. Come spiegato dai ricercatori dell'università di Linköping sulle pagine di Nature Biotechnology, la piccola sperimentazione su 20 persone ha mostrato come il nuovo impianto sia ben tollerato e sia in grado di ripristinare (in alcuni casi perfettamente) l'acuità visiva dei pazienti con cecità dovuta a danno corneale.

Sede

Via Mozart, 16
20122 Milano
Tel. 02 76011893
uiclomb@uiciechi.it
Codice fiscale: 97006460154
Codice IBAN: IT60R0306909526100000007104