random_image2.jpg


inToscana del 30/06/2023

FIRENZE. Una persona su sei, a un certo punto della sua vita, sperimenta una qualche forma di disabilità. L’accessibilità è un diritto inalienabile dell’essere umano, a volte ce ne dimentichiamo anche quando compiamo i gesti più banali, come andare al cinema.

Proprio dal cinema La Compagnia di Firenze parte il primo festival cinematografico in Italia interamente accessibile per i disabili sensoriali.

Si chiamerà “InCINEMA – Festival del cinema inclusivo” e si terrà ad ottobre in presenza, ma sarà possibile accedervi anche da remoto su piattaforma con l’obiettivo di rendere i film accessibili secondo i principi di inclusività promossi e ormai adottati in molti paesi al mondo.

Dopo Firenze il festival viaggerà in diverse città italiane, fra cui Milano, Roma, Torino, ma tutti i film in programma saranno disponibili anche online su MYmovies, in modo da raggiungere il maggior numero di spettatori possibile.

Il Festival collaborerà con esperti, registi e attori per sensibilizzare il pubblico sulla necessità di superare le barriere e promuovere un cambiamento positivo nella società, in modo che l’inclusione diventi la norma e non l’eccezione.

Come sarà possibile partecipare al festival

Il festival si svolgerà sia in presenza al cinema sia da remoto su piattaforma. Grazie all’utilizzo di tecnologie all’avanguardia, InCINEMA garantirà la piena accessibilità dei film presentati durante il festival. Ogni proiezione sarà dotata di sottotitoli per sordi e ipoudenti e audio descrizione per ciechi e ipovedenti.

Tutte le attività collaterali – masterclass, incontri con gli autori e Q&A con attori e registi – avranno la trascrizione in tempo reale, in modo da essere accessibili anche al pubblico con disabilità uditiva.

In anteprima il cortometraggio Il Moro

In anteprima al festival InCINEMA a Firenze ci sarà anche il cortometraggio Il Moro candidato all’Oscar dell’attrice e regista Daphne di Cinto che ha partecipato alla prima stagione della serie dal successo mondiale Birdgerton.

L’opera cinematrografica vuole porre l’accento proprio sul tema dell’inclusività raccontando la storia di un personaggio forse ancora poco noto al grande pubblico: Alessandro de’ Medici.

di Costanza Baldini

Sede

Via Mozart, 16
20122 Milano
Tel. 02 76011893
uiclomb@uici.it
Codice fiscale: 97006460154
Codice IBAN: IT60R0306909526100000007104