Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS-APS
Consiglio Regionale Lombardo

random_image2.jpg

Un robot che scansiona automaticamente gli occhi di un paziente alla ricerca di marcatori di diverse malattie oculari. È l’ultima "creatura" sviluppata da ingegneri e oftalmologi della Duke University e presentata in uno studio su Nature Biomedical Engineering.

Sofia Bilotta, responsabile dell'area public engagement del museo che ha seguito la realizzazione del progetto, «chi visita il Maxxi di Roma trova al suo interno 11 aree multimediali attraverso le quali "percepire" i singoli spazi del museo nel modo in cui li "vede" un non vedente e li "sente" un non udente proprio perché le guide sono persone cieche e persone sorde. Allo stesso modo può fare un qualunque visitatore da casa che si colleghi al sito online del museo”.

La società rossonera ha firmato due collaborazioni insieme alla Fondazione Istituto dei Ciechi di Milano onlus, all’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti onlus e all’Ente Nazionale Sordi. Un impegno che si tradurrà in investimenti e progetti concreti allo stadio e sulle piattaforme digital.

Mario Sbordone, direttore dell’Unità Operativa di Oculistica dell’Ospedale Santa Maria delle Grazie. «Troppi pazienti con glaucoma ritardano l’intervento a causa di mancate diagnosi o, peggio ancora, dell’errata convinzione che evitare l’intervento chirurgico sia la scelta giusta. Oggi — ha spiegato — a differenza di qualche anno fa, esistono infatti delle tecniche chirurgiche mini-invasive che possono aiutare i pazienti affetti da glaucoma a preservare la vista senza dover sopportare gli effetti collaterali degli interventi tradizionali».

I giudici amministrativi hanno dato ragione alle famiglie che avevano fatto ricorso contro l’esonero totale degli alunni da alcune materie. Un provvedimento che sarebbe stato «in contrasto con le norme internazionali di tutela della disabilità».

La creazione della “Piattaforma unica nazionale informatica del contrassegno unificato disabili europeo” (CUDE) consentirà alle persone con disabilità di presentare al proprio Comune di residenza la richiesta del codice univoco associato al CUDE stesso. La versione digitale di quest’ultimo dispenserà quindi le persone con disabilità dal dover verificare le modalità di accesso alle ZTL dei Comuni diversi dal proprio; inoltre, consentirà loro di circolare liberamente nei Paesi dell’Unione Europea. Non da ultimo, diventerà più difficile commettere abusi.

ROMA. "Disorientamento", ma anche fiducia, perché per l'inclusione si continuerà a lavorare: così Fish interviene commentando la sentenza del Tar Lazio del 14 settembre, che ha annullato l'intero decreto interministeriale n. 182/2020 con cui si individuava la disciplina per la compilazione dei nuovi modelli di Pei, i piani educativi ministeriali personalizzati per gli alunni e le alunne con disabilità.

La pallina va in buca e scatta l’applauso. Può sembrare una cosa semplice, invece è un grande risultato. A impugnare il ferro numero 7, infatti, è Alessandro, 15 anni, non vedente. Ma riesce a giocare senza problemi. È il risultato di “Liberi di sbagliare”, corso di golf che accoglie adulti e ragazzi non vedenti facendoli allenare a colpi di swing nei campi del Circolo del Golf Casal Palocco, organizzato con il patrocinio della Federazione Golf Lazio, del Sant’Alessio, istituto per persone con disabilità visiva, e del Rotary club Ostia.

Giornale UICI del 15/09/2021

Mario Barbuto, Presidente Nazionale UICI. "Bisogna ritrovare la forza di indignarci quando la sensibilizzazione e la promozione della consapevolezza dimostrano di essere inutili chimere. Indignarci quindi ed agire di conseguenza in tutte le sedi istituzionali".

BOLOGNA. Un "Don Giovanni" da ascoltare, ma anche da toccare. L'ultima sfida dell'Orchestra Senzaspine, il collettivo di musicisti guidati da Tommaso Ussardi e Matteo Parmeggiani, è proporre Mozart a chi non può sentirlo e raccontarlo a chi non può vederlo.

Se la vista inizia a dare problemi attenzione al cervello: potrebbe essere uno dei primi segni di demenza e - se si riducono gli stimoli sensoriali visivi - la sua progressione aumenta. A suggerirlo sono alcuni studi dai quali emerge un legame tra alcune delle patologie oculari più diffuse - come degenerazione maculare senile, cataratta, malattie oculari legate al diabete e glaucoma - e deterioramento cognitivo.

«La Regione Lombardia potrà riconoscere un rimborso straordinario della spesa di trasporto da casa a scuola e viceversa, nel caso in cui questa sia sostenuta dalla famiglia»: lo ha stabilito una Deliberazione della Giunta Regionale Lombarda, adottata dopo un’istanza posta dalla Federazione LEDHA, adeguando in tal modo le Linee Guida Regionali del 2017 sul trasporto scolastico degli studenti con disabilità, dopo che il Tribunale di Milano aveva condannato il Comune di Milano e la stessa Regione Lombardia per discriminazione in riferimento al trasporto scolastico di una ragazza con disabilità.

Sede

Via Mozart, 16
20122 Milano
Tel. 02 76011893
uiclomb@uiciechi.it
Codice fiscale: 97006460154
Codice IBAN: IT69 E 03111 01604 0000 0000 4658