Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS-APS
Consiglio Regionale Lombardo

random_image2.jpg

Il ministro Erika Stefani applaude “le eccellenze per il territorio”. L’assessore regionale Locatelli: “Le persone fanno la differenza”. Dalle istituzioni elogio non solo ai servizi ambulatoriali e sociali, ma anche all’UICI e all’Anffas-Fobap.

MANTOVA. Approvato dalla Giunta comunale un accordo di collaborazione con la locale Sezione UICI per l’acquisto di dispositivi in aiuto delle persone con disabilità visiva.

Nell’ambito di un ciclo di incontri con diverse realtà che operano nel sociale organizzato dall’assessorato regionale a Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari Opportunità. giovedì 13 maggio la Ministra per le Disabilità Erika Stefani e l’Assessora Regionale Alessandra Locatelli hanno visitato l’Istituto dei Ciechi di Milano. Ad accoglierle c’erano Rodolfo Masto, presidente della Fondazione Istituto dei Ciechi di Milano, i dirigenti e i dipendenti dell’Ente e alcuni rappresentanti dell’UICI, tra cui il Presidente del Consiglio Regionale Lombardo Giovanni Battista Flaccadori, Nicola Stilla e, in collegamento web da remoto, il Presidente Nazionale Mario Barbuto.

Quando una disabilità irrompe, le ripercussioni su tutti gli aspetti della vita sono molteplici, e possono investire anche il piano psicologico. L’importanza di un supporto deriva dall’essere affiancati in un percorso non solo di accettazione della disabilità, ma anche di crescita ed autonomia.

«Il libro Braille – scrive tra l’altro Giuseppe di Grande – è stato lo strumento che ha portato la cultura e la parola tra le persone con disabilità visiva. Le persone native del Braille, cioè tutti i disabili visivi congeniti o acquisiti prima dell’avvento massivo dell’informatica, sentono e toccano nel libro Braille il feticcio della propria emancipazione, trasportati da un sentimento pari a quello delle persone normo-vedenti che provano emozioni per l’odore e la forma di un libro a stampa comune».

Comunicato della Sede Centrale UICI n. 41/2021

Messaggio INPS 1835. L’assenza a visita di revisione determinerà in ogni caso la sospensione cautelativa della prestazione economica. Mario Barbuto, Presidente Nazionale UICI: “Detto provvedimento appare una misura ai limiti della vessazione”.

Dopo il progetto pilota che ha riguardato otto Stati e i settori della cultura, del tempo libero, dello sport e del turismo, nella nuova Strategia Europea per i Diritti delle Persone con Disabilità, la Commissione Europea ha annunciato la nascita, entro la fine del 2023, di una “Carta Europea sulla Disabilità” che dovrà riguardare tutti gli Stati Membri. A lanciare il dibattito sul tema è il Forum Europeo sulla Disabilità, ritenendo che molti aspetti siano ancora da definire, per arrivare ad un documento che faciliti realmente la libera circolazione delle persone con disabilità all’interno dell’Unione Europea.

Dalla collaborazione con gli esperti dell’azienda Vinhood, nasce il progetto con cui i disabili visivi verranno guidati (online o in presenza nella sede UICI di Monza) da esperti enologi e sommellier ad apprezzare il mondo del vino attraverso un viaggio esperienziale che toccherà gusto, tatto, ascolto e olfatto. Nicola Stilla, Commissario Straordinario della Sezione UICI di Monza: « Per noi può rappresentare l’inizio di un percorso non solo dedicato al vino».

Il suo obiettivo è trovare altri pazienti con la stessa mutazione genetica della figlia Jasmine: “Più siamo e più c’è speranza che si cominci una sperimentazione”.

FAND e FISH. «Chiediamo un rilancio del confronto sulle future politiche della scuola per la disabilità, perché seppure esista già un riferimento ideale e politico nella Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità, è altrettanto vero che gli alunni e le alunne con disabilità continuano a incontrare ostacoli nella loro partecipazione all’educazione scolastica e a subire violazioni dei loro diritti in ogni parte d’Italia».

Promuovere lo sport fra le persone non vedenti e ipovedenti, sensibilizzare l’opinione pubblica sui temi della disabilità visiva, migliorare l’accessibilità di spazi e servizi. Sono alcuni degli obiettivi contenuti nel protocollo di intesa fra Fondazione Milano Cortina 2026 e Istituto dei Ciechi di Milano, firmato in questi giorni in preparazione del grande appuntamento delle Olimpiadi e Paralimpiadi invernali del 2026. Diventa dunque ufficiale il coinvolgimento del nostro Ente nel percorso di pianificazione di iniziative finalizzate alla promozione dei valori olimpici e paralimpici sul territorio nazionale.

Sono 36.816 gli studenti con disabilità e disturbi specifici dell'apprendimento iscritti all'anno accademico 2019-20 presso le università italiane, statali e non statali (comprese quelle telematiche), pari a circa il 2% del totale degli studenti.

Sede

Via Mozart, 16
20122 Milano
Tel. 02 76011893
uiclomb@uiciechi.it
Codice fiscale: 97006460154
Codice IBAN: IT69 E 03111 01604 0000 0000 4658