Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS-APS
Consiglio Regionale Lombardo

random_image2.jpg

Lettera della Vice Presidente Nazionale ai soci e ai dirigenti.

Superando del 22/08/2022

Quella mattina dell’1 gennaio 2021 non la dimenticherà mai. Quando ha aperto gli occhi Davide non ci vedeva più: attorno a lui solo il buio e nel suo cuore tanta paura e sconforto. Che cosa ne sarebbe stato della sua vita, del suo lavoro, del suo futuro ormai avvolto per sempre nelle tenebre? Una storia di rinascita (“guai a chiamarla resilienza, è più corretto definirla resistenza a una situazione che non tornerà mai più come prima”, precisa l’uomo) quella che ha come protagonista Davide Rizzi e il suo collega Salvatore Scorrano. Insieme sono riusciti ad andare oltre i limiti e i pregiudizi e Davide - grazie ai corsi organizzati dall’Uici (Unione italiana ciechi e ipovedenti) di Monza - è tornato sui cantieri, ma anche alla sua vita normale. Anche se avvolta nel buio.

L’ultimo in ordine di tempo è il caso Iliad: troppe aziende e pubbliche amministrazioni continuano a ignorare che fornire servizi tramite siti (e app mobili) non accessibili significa discriminare gli utenti con disabilità e ricorrono a scorciatoie- beffa come gli overlay di correzione automatica.

AZZANO SAN PAOLO. Libri tattili e pasta da modellare per proposte multisensoriali. Quello che non si può misurare con gli occhi si può ascoltare con le orecchie e con il cuore.

Dalle Gallerie dell’Accademia alle bellezze nascoste del Ghetto, l’arte e i luoghi di Venezia finalmente «visibili» anche ai ciechi grazie ai percorsi tattili, sensoriali e corporei studiati e resi disponibili dalle guide di «Isola Tour».

Troppo spesso chi non vede è considerato meno in grado di portare un impatto nel mondo. Michele Mele nel suo libro cerca di scardinare queste convinzioni senza fondamento.

La Sezione di Mantova invita a partecipare all’incontro di presentazione del progetto di ricerca “The response of the sensory-deprived brain to perturbation” organizzato in modalità on line tramite la piattaforma Zoom Meeting per martedì 26 luglio 2022 alle ore 16.30

LIERNA. Come vedono il mondo le persone con disabilità visiva? Come percepiscono la natura, gli individui, gli animali, la città coloro che hanno problemi con la vista e a causa di una patologia vedono le cose offuscate o con un quadro limitato? A raccontarlo, attraverso le immagini, è l’artista Beatrice Pavasini, che il 23 luglio dalle 9.00 alle 20.00 sarà protagonista a Lierna, sul lungolago Castiglioni, della mostra fotografica itinerante “Io ti vedo così”.

ASSISI. È stato presentato nella Sala degli Sposi, Pinacoteca comunale, il bassorilievo tattile dell’opera “Madonna in trono col Bambino, Angeli e San Francesco” di Palmerino di Guido, uno dei capolavori di epoca giottesca esposti nelle sale museali di Palazzo Vallemani.

L’IRCCS Ospedale Sacro Cuore Don Calabria di Negrar, l’Istituto Italiano di Tecnologia di Milano e l’Ospedale Policlinico San Martino di Genova hanno testato con successo il prototipo di retina liquida negli stadi avanzati di retinite pigmentosa in cui attualmente è consentito l’intervento chirurgico di protesi retinica. Il buon esito della sperimentazione, pubblicato su Nature Communications, rappresenta un ulteriore avvicinamento alla fattibilità di futuri studi clinici sull’uomo.

Delle distrofie retiniche a carattere ereditario la retinite pigmentosa è la più frequente e la più variabile in termini di modalità di trasmissione: autosomica dominante o recessiva oppure legata al cromosoma X. Per quest’ultima forma di malattia potrebbe presto arrivare una specifica terapia genica.

Biped è un’imbragatura da indossare sulle spalle imbottita di sensori, ideata con l’obiettivo di permettere a chi la utilizza di evitare le collisioni. Il dispositivo è stato ideato dall’omonima start up francese, che potrebbe lanciarlo sul mercato entro qualche mese.

Sede

Via Mozart, 16
20122 Milano
Tel. 02 76011893
uiclomb@uiciechi.it
Codice fiscale: 97006460154
Codice IBAN: IT60R0306909526100000007104