random_image2.jpg

L’UNIONE ITALIANA CIECHI E IPOVEDENTI E IL CLUB ITALIANO DEL BRAILLE CELEBRANO IL SISTEMA DI LETTURA E SCRITTURA CHE SPALANCA LE PORTE DELLA CONOSCENZA ALLE PERSONE CON DISABILITA' VISIVA

Da quasi duecento anni permette alle persone con disabilità visiva di accedere alla cultura e all'informazione: è il codice Braille, un'invenzione antica che si trova a proprio agio nell'era digitale, uno strumento geniale e di sorprendente attualità. 

Riconoscendone l'importanza storica e sociale, lo Stato italiano ha voluto dedicare al Braille una giornata commemorativa, fissata per il 21 febbraio di ogni anno; nel 2024, il Club Italiano del Braille e l'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti hanno deciso di celebrare la XVII Giornata Nazionale del Braille a Genova, con un evento in due giornate organizzato presso la Sala Quadrivium, in Piazza Santa Marta, 3.

Giovedì 22 febbraio, dalle 17:30 alle 19:30, si terrà il primo di questi, un  musicale al quale interverranno musicisti e rappresentanti delle Istituzioni che si occupano di disabilità visiva in Italia;  saranno presenti tra gli altri il Presidente dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, storica associazione nazionale che si occupa della tutela dei diritti delle persone con disabilità visiva nel nostro paese, e il Presidente del Club italiano del Braille Nicola Stilla, da molti anni impegnato nella promozione del codice di lettura e scrittura:

"Sono molti i motivi per i quali riteniamo che sia di cruciale importanza diffondere e rilanciare la cultura del Braille tra le persone con minorazione visiva e non solo - dicono Mario Barbuto e Nicola Stilla -: Il Braille è da sempre sinonimo di accessibilità, autonomia, indipendenza, partecipazione, emancipazione e crescita socioculturale: parole, concetti chiave che aprono le porte dell'integrazione e dell'affermazione sociale delle persone con disabilità visiva".

Nell'occasione, si esibiranno musicisti non vedenti che proprio grazie al Braille e alla sua applicazione nella musica hanno potuto intraprendere gli studi in questo campo.

Per il giorno successivo, venerdì 23 febbraio 2024, il Club Italiano del Braille e L'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti organizzano un seminario rivolto a studenti, educatori e alla cittadinanza tutta per raccontare le mille applicazioni del Braille e la sua sorprendente attualità in un contesto tecnologico e mediatico del tutto diverso da quello della prima metà del XIX secolo, quando fu inventato.

Il seminario si svolgerà dalle 9:15 alle 12:30 sempre presso la Sala Quadrivium, e coinvolgerà autorità locali e nazionali ed esperti della didattica per le persone con disabilità visiva.    

Due quindi gli appuntamenti a Genova:

  • Giovedì 22 febbraio 2024, dalle ore 17:30 alle ore 19:30, Sala Quadrivium, Piazza Santa Marta 3: evento musicale aperto alla cittadinanza
  • Venerdì 23 febbraio 2024, dalle ore 9:15 alle ore 12:30, Sala Quadrivium, Piazza Santa Marta 3: Seminario rivolto a insegnanti, educatori, studenti e alla cittadinanza

Sarà possibile seguire entrambi gli eventi anche su:

Giornata del Braille 2024 programma DEFINITIVO

 

Giornata del Braille 2024 programma fronte

Sede

Via Mozart, 16
20122 Milano
Tel. 02 76011893
uiclomb@uici.it
Codice fiscale: 97006460154
Codice IBAN: IT60R0306909526100000007104