Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS-APS
Consiglio Regionale Lombardo

random_image2.jpg

Dal 7 al 13 marzo settimana mondiale contro la patologia del nervo ottico che può portare alla cecità negli adulti e anche nei bambini. Ne parlano gli specialisti Paolo Nucci, Professore Ordinario di Oftalmologia presso il Dipartimento di Scienze Cliniche dell’Università di Milano e Roberto Caputo, responsabile della struttura Operativa Complessa di Oftalmologia Pediatrica presso l’Azienda Ospedaliero Universitaria A. Meyer di Firenze.

Certo suona un po’ strano – scrive Elisabetta Corradin -, dopo aver ripetuto per tanti anni «Ciao ragazzi, benvenuti all'Istituto dei Ciechi!», aprire l'incontro dicendo: «Mi vedete e mi sentite bene? Grazie per avermi ospitata nella vostra scuola (o nelle vostre case se i ragazzi sono in dad)». Sì, è proprio così anche se virtualmente, durante i laboratori DialogoNet con gli studenti mi sento davvero accolta come un'ospite attesa con entusiasmo e tanta curiosità.

Dal 2018 l’Istituto dei Ciechi ospita ogni anno un evento dal valore simbolico molto alto, che vede la partecipazione di storiche realtà del Terzo settore, che si sono gemellate con la Fondazione Asilo Mariuccia. Da quel primo appuntamento si è andata rafforzando una rete collaborativa attiva sul territorio, dove lo scambio di esperienze e la condivisione di saperi ha rafforzato l’efficacia delle azioni di tutti.

La denuncia di Krzystof Pater, membro del Comitato economico e sociale europeo: esistono discriminazioni nell'accesso al voto delle persone con disabilità, diverso da paese a paese. Alle elezioni del Parlamento europeo del 2019, milioni di disabili non hanno potuto votare per ragioni tecniche o organizzative: "Com'è possibile che nel XXI secolo così tanti cittadini siano impossibilitati a votare solo perché hanno una disabilità?"

«Siamo all’inizio di un percorso decisivo: ora, per dare forma concreta alle nuove iniziative e alle strutture previste dalla Strategia, sarà sempre necessario da una parte coinvolgere pienamente e in modo sostanziale le organizzazioni di persone con disabilità, dall’altra stanziare adeguate risorse umane e finanziarie»: così Yannis Vardakastanis, presidente del Forum Europeo sulla Disabilità, commenta “a caldo” l’arrivo di un testo fondamentale, quale la Strategia Europea per i Diritti delle Persone con Disabilità 2021-2030, intitolata “Union of Equality” (“Un’Unione di Uguaglianza”).

Comunicato della Presidenza Nazionale UICI n. 21/2021

Comunicato della Presidenza Nazionale UICI n. 23/2021

Dall’Austria InnoMake, una speciale scarpa dotata di modulo tech innestato nella suola per riconoscere e segnalare in modo efficace e preciso gli ostacoli che si incontrano lungo il percorso.

La pandemia da Covid ha imposto cambiamenti radicali alla routine quotidiana di tutti, e ha determinato un impatto significativo anche sulla vita delle persone con disabilità neurosensoriale. Di quest’ultimo aspetto si è occupato il recente studio intitolato Coronavirus, analisi dei bisogni delle persone con disabilità neurosensoriale, condotto dall’INAPP (Istituto Nazionale di Analisi delle Politiche Pubbliche) e curato dall’otorinolaringoiatra Luciano Bubbico, responsabile del gruppo Prevenzione Disabilità Uditive e Visive dell’INAPP stesso. Fra gli altri, all’iniziativa ha collaborato anche l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti.

Il conto alla rovescia è iniziato. Entro quattro anni, tutta la filiera editoriale europea e quella di tutti gli operatori internazionali che intendono operare nel mercato europeo dovrà essere accessibile. La fondazione Libri Italiani Accessibili, nata su iniziativa dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti (UICI) e dell’Associazione Italiana Editori (AIE) è all’avanguardia in Europa nell’accompagnare questo processo.

SINGAPORE. Negli ultimi cinque anni, le reti neurali profonde hanno trovato diverse applicazioni in campo medico. L’apprendimento profondo (deep learning) è stato anche integrato in oculistica, in particolare con l’uso di immagini tomografiche del fondo oculare e della coerenza ottica. È stato dimostrato che l’apprendimento profondo è in grado di rilevare la retinopatia diabetica, il glaucoma, la degenerazione maculare legata all’età, l’edema maculare diabetico e la retinopatia nei prematuri e persino di prevedere diversi fattori di rischio cardiovascolare sistemico.

Disabili.com del 01/03/2021

Giornale UICI del 02/03/2021

Sede

Via Mozart, 16
20122 Milano
Tel. 02 76011893
uiclomb@uiciechi.it
Codice fiscale: 97006460154
Codice IBAN: IT69 E 03111 01604 0000 0000 4658