Vai al menu

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS
Consiglio Regionale della Lombardia


IL BLOCNOTES

NOTIZIARIO INFORMATIVO DEL CONSIGLIO REGIONALE LOMBARDO DELL'UNIONE ITALIANA DEI CIECHI E DEGLI IPOVEDENTI

A cura di Massimiliano Penna

Agosto 2011

SOMMARIO

POLITICHE SOCIALI NEWS ONLINE - GIUGNO 2011

Accertamento di invalidità, criticità e soluzioni

Continua la collaborazione tra Regione Lombardia e INPS per migliorare le procedure.

Nei mesi scorsi si sono verificati alcuni disagi e ritardi nelle procedure relative all'accertamento dell'invalidità civile.

Il Presidente di Regione Lombardia Roberto Formigoni ha inviato una lettera ai cittadini per chiarire gli aspetti della questione e per informare in merito ai provvedimenti assunti per far fronte agli inconvenienti.

Tutto è nato dalla modifica del procedimento di accertamento dell'invalidità civile in base all'articolo 20 della legge 112 dell'agosto 2009, che dal 1 gennaio 2010 ha attribuito all'INPS un ruolo più ampio: non più solo ente pagatore ma anche soggetto competente per la definizione ultima dell'accertamento. In sostanza, in virtù della nuova procedura, il cittadino non può più presentare la domanda di accertamento presso gli sportelli ASL (che rilasciavano contestualmente l'appuntamento per la visita) ma ha l'obbligo di presentare ad INPS la domanda che verrà poi da quest'ultimo messa a disposizione delle ASL attraverso un applicativo informatico. L'applicativo informatico non rende visibili in tempo reale le domande presentate dal cittadino alle ASL, il che determina i ritardi nelle chiamate a visita. Inoltre, un altro elemento che ha contribuito al verificarsi dei ritardi è dovuto al fatto che la valutazione fatta dalla commissione di accertamento della ASL deve essere validata sia dall'ufficio medico legale dell'INPS territorialmente competente che dalla Commissione Medica Superiore INPS. Il cittadino, per questi motivi, ha ricevuto il verbale ed il relativo esito con molti mesi di ritardo.

Le novità introdotte hanno dato luogo in Lombardia, come in altre regioni italiane, a difficoltà di natura gestionale: particolare criticità è stata rappresentata dal sistema informatico realizzato da INPS, in quanto non compatibile nell'immediato con i preesistenti sistemi informatici regionali delle ASL.

Su sollecitazione delle regioni è stato istituito un tavolo tecnico a livello nazionale, di cui Regione Lombardia fa parte, per affrontare le problematiche emerse. Inoltre, per quanto riguarda la Lombardia, è stato anche costituito un tavolo tecnico per l'implementazione di una "cooperazione applicativa" tra sistemi informatici di INPS e di ASL, fondamentale per ottimizzare il sistema di scambio dati ed informazioni rendendo così più fluido e veloce il processo di definizione dello stato di invalidità.

Lo Sportello Disabilità è in piazza Lombardia.

Da lunedì 13 giugno 2011 lo Sportello Disabilità si è trasferito nel Palazzo Lombardia, in Via Melchiorre Gioia di fronte al civico 37, presso lo Spazio Regione della nuova sede di Regione Lombardia. Gli orari di apertura al pubblico e i numeri di telefono rimangono gli stessi: dal lunedì al giovedì dalle 9.00 alle 18.30; il venerdì dalle 9.00 alle 15.00; tel. 02/67654740 - 02/67655752 - 02/67658273. È possibile comunicare con lo Sportello Disabilità ed essere costantemente aggiornati sulle attività da esso realizzate, consultando il sito web: www.sportellodisabili.regione.lombardia.it.

Bresciaoggi del 14-07-2011

Cinema senza barriere: arriva la sala attrezzata

BRESCIA. Il cinema aperto a tutti. Tra il ventaglio di offerte presentate ieri dal Nuovo Eden, arriva anche «Cinema senza barriere», un servizio culturale permanente, ideato nel 2005 in collaborazione con l'Unione Italiana Ciechi e l'Ente Nazionale Sordi, che consentirà alle persone con disabilità dell'udito e della vista di condividere cinema di qualità insieme a chi non vive gli stessi problemi. «Diventeremo una delle poche sale in tutta Italia attrezzate per questo genere di proiezioni - spiega la direttrice Francesca Bertoglio -. Un importante traguardo non solo per il Nuovo Eden, ma per tutta Brescia».

LA SALA di via Nino Bixio verrà attrezzata con le tecnologie necessarie, mettendo a disposizione per ogni proiezione del ciclo cuffie particolari per le persone non vedenti che «ascolteranno» il film grazie a commenti audio studiati ad hoc, che descriveranno - senza coprire i dialoghi e i rumori importanti - azioni, stati d'animo e paesaggi. Sullo schermo appariranno anche dei sottotitoli appositamente realizzati per le persone non udenti, con indicazioni sui rumori e sulla musica.

«Il cinema diventa così un ponte tra il mondo dei normodotati e quello dei diversamente abili, in un luogo dove tutti potranno condividere le stesse emozioni davanti al grande schermo», conclude l'assessore alla Cultura del Comune di Brescia, Andrea Arcai.

Un modo per abbattere le barriere, per non escludere nessuno e permettere a tutte le fasce di pubblico di godere di un'opera cinematografica con le stesse opportunità.

Per poterne parlare e per confrontarsi. Insomma, stessa sala, stesso film.

pavia: STRISCE BLU GRATIS PER GLI INVALIDI MA CONTROLLI PIU' DURI

DI NICOLA STILLA

Con il contrassegno internazionale dell'handicap riservato alle persone con disabilità ora si potrà parcheggiare gratuitamente anche sulle strisce blu, questo è il frutto dell'accordo tra il Comune di Pavia e la Federazione tra le Associazioni Nazionali dei Disabili (F.A.N.D.).

Nei mesi scorsi era scoppiata la polemica: raffica di multe a chi, anche se titolare del Contrassegno Internazionale dell'Handicap, parcheggiava l'auto nei posti a pagamento, sicuro di poter utilizzare il pass riservato agli invalidi al posto dei ticket, come avviene in altre città d'Italia. I vigili e il Comune applicavano una sentenza della Corte di Cassazione che dava questa linea.

Ora però il Comune fa un passo indietro: parcheggi gratuiti ma molti più controlli.

"Abbiamo iniziato un confronto tecnico con le Associazioni che rappresentano il mondo della disabilità. Spiega l'Assessore alla viabilità Antonio Bobbio Pallavicini - abbiamo deciso di predisporre ed emanare un'ordinanza che esenta le persone con disabilità dal pagamento della sosta. Un'ordinanza necessaria che però va coadiuvata dallo "sforzo per limitare e definire questo ambito".

Sarebbe poco rispettoso nei confronti delle persone con disabilità non dire che Pavia ha un numero enorme di permessi - ha sottolineato il Sindaco Alessandro Cattaneo - significa che ci sono i furbi e gli abusi, e questo penalizza le persone con disabilità. I contrassegni handicap sono 2927 su una popolazione di circa 73 mila pavesi, il 4 per cento. A Cremona sono 1748 su circa 72 mila residenti, a Lodi 1200 su 44 mila abitanti. Da sottolineare comunque che Pavia è la Provincia con più over 75 della Regione.

Il tavolo di confronto ha coinvolto anche l'A.S.L., "che sarà al nostro fianco in quanto è l'Ente che autorizza il rilascio dei contrassegni", ha sottolineato Cattaneo. "Siamo disposti a rivedere i casi pochi chiari" sottolineano dall'A.S.L.. Sarà compito dei vigili segnalare le situazioni che necessitano di una verifica. I controlli in questi mesi sono sicuramente aumentati. Lo dicono i numeri. I controlli (in borghese) sono passati dai 30 del 2010 ai 219 del 2011 (fino al 31 maggio). "Le sanzioni per uso indebito sono state 18 nel 2010 e sono 28 in questi mesi del 2011 - ha spiegato il Comandante dei vigili, Gian Luca Giurato - e le denunce penali sono già 8 da gennaio a giugno". Sono casi in cui i vigili hanno scoperto contrassegni contraffatti. In aumento anche le multe a chi parcheggia sulle strisce gialle, riservati ai titolari di contrassegno internazionale dell'handicap: 249 sanzioni in tutto il 2010, sono già 151 da gennaio a fine maggio di questo 2011.

"Siamo convinti che l'atteggiamento dell'Amministrazione Comunale non era quelle di punire i veri invalidi, ha sottolineato Nicola Stilla, Presidente Provinciale della Federazione tra le Associazioni Nazionali dei Disabili di Pavia - siamo soddisfatti della volontà di proseguire con la strada dell'intransigenza nei confronti di chi invalido non è, il nostro impegno è aiutare nella sensibilizzazione". E infatti il Comune insieme alle Associazioni inizierà una campagna di sensibilizzazione con cartelli di messaggi molto forti ("Se vuoi prenderti il mio posto prenditi anche la mia disabilità") accanto alla segnaletica dei posti riservati alle persone con disabilità.

A questo si aggiungerà un incremento delle strisce gialle.

"Oggi il numero di stalli per invalidi è di un rapporto uno a 50 - spiega Bobbio Pallavicini - lo porteremo a uno su 45, ci sarà un potenziamento ma anche una migliore distribuzione".

SEZIONE DI LODI

VOCI D'INVERNO 2011: Concorso MINA E CELENTANO

LODI - AUDITORIUM BPL - 7 DICEMBRE 2011

Regolamento

L'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus sezione Provinciale di Lodi, anche quest'anno, organizza la manifestazione di arte varia "Voci d'inverno" che si terrà il prossimo 7 dicembre 2011 presso L'Auditorium BPL a Lodi.

La manifestazione ha come fine l'integrazione sociale attraverso l'arte del canto e del teatro.

Il programma prevede, all'interno della serata musicale, l'opportunità per dieci concorrenti cantanti, di potersi esprimere attraverso le più belle canzoni di Mina e Adriano Celentano.

La serata vedrà la partecipazione dell'Associazione musicale Il Miele e le Farfalle Bianche che si occuperà della direzione artistica.

Il concorso si svolgerà in un'unica fase.

1 - Il concorso propone 5 successi di Mina e 5 di Adriano Celentano, scelti nel vasto repertorio dei due cantanti.

2 - La direzione artistica selezionerà tra tutte le domande pervenute 5 interpreti di sesso maschile e 5 di sesso femminile, per un totale di 10 concorrenti, ad ognuno dei quali sarà assegnato, a discrezione dell'organizzazione, il brano prescelto.

3 - Le selezioni degli aspiranti concorrenti saranno effettuate a cura della direzione artistica mediante audizione.

La direzione si riserva la facoltà di assegnare lo stesso brano a più concorrenti sotto forma di duetto.

Le domande dovranno pervenire entro il 15 settembre 2011 ad uno dei seguenti recapiti:

info@ilmieleelefarfallebianche.it

paolapocket@libero.it

per ulteriori informazioni tel. 327 9125481

4 - Tutti i brani, interpretati dai concorrenti, saranno arrangiati ed eseguiti dal gruppo costituito dall'Associazione musicale il Miele e le Farfalle Bianche.

5 - La direzione artistica, pur non avendo posto alcun limite di età per poter partecipare alla gara canora, intende dare la priorità nella selezione agli interpreti che sono compresi tra i 14 e i 45 anni di età.

6 - L'iscrizione è gratuita e prevede la compilazione dell'apposita scheda di adesione, nella quale dovranno essere riportati obbligatoriamente tutti i dati richiesti. Le schede incomplete saranno cestinate. In alternativa ai fini dell'iscrizione è possibile inviare una mail nella quale indicare le risposte alle domande della scheda di adesione numerate da 1 a 5 completata con i dati anagrafici, i recapiti per i contatti e con l'autorizzazione al trattamento dei dati.

7 - Le iscrizioni devono necessariamente pervenire alla direzione artistica entro il 30 settembre 2011. L'ordine cronologico delle domande potrà essere considerato preferenziale a parità di punteggio. I concorrenti selezionati saranno contattati direttamente dalla direzione artistica, anche prima della scadenza, al fine di concordare l'audizione e le eventuali date per le prove con il gruppo che si terranno a Lodi.

8 - Tutto il materiale sonoro, eventualmente inviato alla direzione artistica per la selezione, non sarà restituito.

9 - Ai primi tre classificati sarà consegnato il relativo premio sotto forma di un buono acquisto da utilizzare per la musica, come segue:

Primo classificato euro 300.

Secondo classificato euro 200.

Terzo classificato euro 100.

10 - La valutazione dei concorrenti per la gara canora, sarà affidata ad una giuria di qualità, che sarà presentata nel corso della serata, il cui giudizio è insindacabile ed inappellabile.

11 - Tutti i concorrenti, con l'iscrizione al concorso:

FACSIMILE DELLA SCHEDA D'ISCRIZIONE AL CONCORSO VOCI D'INVERNO

Nome ________________________________ Cognome_________________________________

Età ________ Città di provenienza_________________________________________________

1) Hai già cantato in pubblico in precedenza? ( barrare la casella prescelta) SI NO

2) In breve: quali sono le tue esperienze musicali?_______________________________________

_____________________________________________________________________________

_____________________________________________________________________________

_____________________________________________________________________________

3) Quali fra questi brani ti piacerebbe cantare?

Mina - Insieme Mina - Se telefonando Mina - Parole parole

Mina - Ancora ancora ancora Mina - L'importante è finire Mina - Tintarella di luna

Celentano - Azzurro Celentano - Una carezza in un pugno Celentano - Gelosia

Celentano - Soli Celentano - Mina - Acqua e sale Celentano - L'emozione non ha voce

4) Intendi allegare file sonoro per consentire la selezione? SI NO

5) Sei disponibile ad un appuntamento per un'audizione? SI NO

CONTATTI:

Indicare il proprio numero di telefono o cellulare ________________________________________________

Indicare il proprio indirizzo di posta elettronica ________________________@________________________

Si autorizza la direzione artistica di Voci d'inverno al trattamento dei dati personali.

Firma_____________________

Progetto "IL CIECO TI SALVA LA VITA": Corso di Primo Soccorso (Basic Life Support) indirizzato a ciechi ed ipovedenti

Il Comitato Giovani Regionale Lombardo dell'U.I.C.I. propone ai soci Lombardi un corso di Primo Soccorso (Basic Life Support) che verrà effettuato in collaborazione con il Dipartimento sanitario e didattico del Comitato locale di Milano di Croce Rossa Italiana.

Tale corso si articolerà in due incontri di quattro ore ciascuno:

presso la sede del Consiglio Regionale Lombardo dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti a Milano in via Mozart 16. Il corso è rivolto ad un gruppo di 12 partecipanti, senza limiti di età, ma è pensato particolarmente per i soci giovani purché maggiorenni.

Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione a coloro che abbiano frequentato entrambi gli incontri formativi.

I contenuti sono definiti in accordo con gli esperti di Croce Rossa Italiana, con particolare attenzione alle esigenze di partecipanti ipovedenti e non vedenti; il corso si avvarrà di un istruttore BLS e di volontari in numero adeguato ai partecipanti, in modo da garantire una buona efficacia formativa in tempi relativamente contenuti.

Verrà fornito materiale didattico predisposto in formati accessibili.

Programma del corso:

Iscrizioni.

A ciascun partecipante viene chiesto un contributo di euro 40,00 da versare secondo le modalità che verranno comunicate in un secondo tempo dalla Segreteria regionale.

Tale contributo verrà impiegato al 50% per coprire le spese organizzative ed amministrative del Consiglio Regionale, mentre il restante 50% verrà devoluto a favore di Croce Rossa Italiana a sostegno delle sue attività.

L'iscrizione dovrà essere formalizzata mediante il modulo di seguito riportato.

SCHEDA ISCRIZIONE

Progetto: IL CIECO TI SALVA LA VITA

Corso di Primo Soccorso (Basic Life Support) indirizzato a ciechi ed ipovedenti

(entro il 16 settembre 2011, a mezzo fax 02.76.00.15.28 oppure email uiclomb@uiciechi.it)

Il/la sottoscritto/a

Cognome __________________________ Nome ____________________________

Età ___________________________ Sesso M F

Residente a __________________________ Prov. ______ CAP __________

Via/piazza __________________________________________ n° __________

Telefono __________________________ Cell. ____________________________

E-mail __________________________________________

Socio della Sezione U.I.C.I. di _____________________)

C H I E D E

di poter partecipare al progetto "Il cieco ti salva la vita - Corso di primo soccorso (Basic Life Support) indirizzato a ciechi ed ipovedenti", in programma nei giorni 1° e 8 ottobre 2011.

_________________, lì ______________

in fede

Informativa sulla privacy.

la sottoscrizione della presente costituisce consenso espresso liberamente in forma specifica e documentata per iscritto a trattare i miei dati personali da parte del Consiglio Regionale Lombardo dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus e dei suoi incaricati. Al riguardo, dichiaro altresì di essere informato che, ai sensi del Decreto Legislativo n°196 del 30 giugno 2003 "Codice in materia di protezione dei dati personali", la raccolta e il trattamento dei dati che mi riguardano è effettuata da parte del Consiglio Regionale Lombardo dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus a fini organizzativi e/o amministrativi, nell'ambito dei compiti istituzionali affidati dallo Statuto Sociale. Mi riservo pertanto, secondo quanto descritto dall'art. 7 del Decreto Legislativo citato, il diritto in qualsiasi momento e del tutto gratuitamente di consultare, far modificare, far cancellare o semplicemente di oppormi all'utilizzo di tali dati per le finalità sopraindicate.

_________________, lì ______________ ____________________________________

(firma)

DOCUSOUND LAB. Racconta le tue storie "dal punto di vista del suono"

Dopo il rinvio dell'iniziativa, di cui vi abbiamo dato conto nel numero precedente del Blocnotes, ecco di seguito le nuove date e le modalità d'iscrizione con la relativa scheda.

Doc in Progress, in collaborazione con:

lancia in Lombardia la prima edizione di DOCUSOUND LAB, percorso formativo per imparare a raccontare, condividere le vostre storie senza le immagini ma esclusivamente con le parole e i suoni, per apprendere passo dopo passo il processo di produzione di un audio-documentario.

Il corso, rivolto a quanti vogliono diventare narratori "sensibili" della realtà circostante, è aperto a tutti, senza limiti di età e senza particolari esperienze nel settore. L'occasione darà spazio a non vedenti e ipovedenti di restituire, secondo la loro straordinaria sensibilità, il loro personale racconto del reale. Allo stesso tempo, aprirà un dialogo tra il mondo dei vedenti e quello dei non vedenti sviluppando in via sperimentale un'occasione di confronto, di integrazione, di espressione individuale.

Qualsiasi storia potrà essere raccontata, qualunque momento della vita resterà impresso in audio-racconti: ricordi, ritratti, cartoline sonore, proprio come in un album della memoria, facendo a meno delle immagini.

Gli studenti apprenderanno infatti le nozioni teoriche e tecniche alla base del racconto documentario e realizzeranno prodotti che sarà poi possibile ascoltare sul sito www.docusound.it.

DOCUSOUND a MILANO per l'anno 2011

Sede: Consiglio Regionale Lombardo Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus, via Mozart, 16 - 20122 Milano.

Giorni: sabato 1° ottobre 2011, sabato 8 ottobre 2011, sabato 15 ottobre 2011

Durata: 3 ore per ogni incontro per un totale complessivo di 9 ore di laboratorio.

Orario: dalle 9,30 alle 12,30

Costo: euro 150,00 per i soci U.I.C.I. ed euro 225,00 per i non soci. Il costo comprende le lezioni, Il materiale didattico, l'attrezzatura di registrazione (registratori e microfoni), l'attrezzatura (computer e programmi) ed il servizio di montaggio del radiodoc che verrà prodotto e pubblicato su www.docusound.it.

La scadenza per le iscrizioni è fissata al 23 settembre 2011 (vedi modulo di seguito riportato).

FACSIMILE DELLA SCHEDA D'ISCRIZIONE AL DOCUSOUND LAB

(da inviare entro il 23 settembre 2011, a mezzo fax 02.76.00.15.28 oppure email uiclomb@uiciechi.it)

Il/la sottoscritto/a

Cognome __________________________ Nome ____________________________

Età ___________________________ Sesso M 0 F 0

Residente a __________________________ Prov. ______ CAP __________

Via/piazza __________________________________________ n° __________

Telefono __________________________ Cell. ____________________________

E-mail __________________________________________

Socio U.I.C.I. Sì 0 No 0 (Se sì, specificare Sezione _____________________)

Disabile visivo Sì 0 No 0

C H I E D E

di poter partecipare al laboratorio DOCUSOUND LAB in programma nei giorni 1, 8 e 15 settembre 2011.

Al riguardo, si allega copia del versamento di euro _______,00 effettuato a mezzo bonifico bancario sul conto intestato al Consiglio Regionale Lombardo dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus (presso Banca Carige, sede di Milano - IBAN IT30U0617501600000005525980).

_________________, lì ______________

in fede

Informativa sulla privacy.

la sottoscrizione della presente costituisce consenso espresso liberamente in forma specifica e documentata per iscritto a trattare i miei dati personali da parte del Consiglio Regionale Lombardo dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus e dei suoi incaricati. Al riguardo, dichiaro altresì di essere informato che, ai sensi del Decreto Legislativo n°196 del 30 giugno 2003 "Codice in materia di protezione dei dati personali", la raccolta e il trattamento dei dati che mi riguardano è effettuata da parte del Consiglio Regionale Lombardo dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus a fini organizzativi e/o amministrativi, nell'ambito dei compiti istituzionali affidati dallo Statuto Sociale. Mi riservo pertanto, secondo quanto descritto dall'art. 7 del Decreto Legislativo citato, il diritto in qualsiasi momento e del tutto gratuitamente di consultare, far modificare, far cancellare o semplicemente di oppormi all'utilizzo di tali dati per le finalità sopraindicate.

_________________, lì ______________ ____________________________________

(firma)

Sezione di Como

GITA A CUNEO E SALUZZO SABATO 15 E DOMENICA 16 OTTOBRE 2011

In occasione della festa del marrone.

I soci sono invitati ad iscriversi entro e non oltre sabato 3 settembre telefonando in Segreteria.

Programma di massima:

1° GIORNO: COMO - CUNEO

Pullman Gt alla volta del Piemonte, sosta lungo il percorso. Arrivo a Cuneo ed incontro con la guida. Visita guidata al centro storico di Cuneo

Pranzo. Nel pomeriggio tempo libero per la visita alla Fiera del Marrone. Trasferimento in Hotel, cena e pernottamento.

2° GIORNO: CUNEO - SALUZZO - COMO

Prima colazione in Hotel, in mattinata trasferimento a Saluzzo, incontro con la guida per la visita al Museo Civico Casa Cavassa e tempo permettendo una breve visita anche al ricco centro storico di Saluzzo. Pranzo e al termine partenza per il viaggio di rientro con sosta lungo il percorso, arrivo a Como e dintorni in serata

Due alternative di pernottamento:

Soggiorno presso Hotel in centro a Cuneo

Min 30 paganti: 175.00 euro

Min. 40 paganti: 165.00 euro

Min. 50 paganti: 160.00 euro

Soggiorno presso Hotel in centro a Saluzzo

Min 30 paganti: 195.00 euro

Min. 40 paganti: 180.00 euro

Min. 50 paganti: 175.00 euro

Supplemento per camera Singola + 20.00 euro -

Supplemento per Cani + 15.00 euro

La quota Comprende:

Viaggio a/r in Pullman Gt - Sistemazione in Hotel 3* sup. in centro citta' (a Cuneo o a Saluzzo)

Trattamento di Pensione Completa dal pranzo del primo giorno al pranzo dell'ultimo giorno - Bevande incluse ai pasti - Servizio Guida per 2 mezze giornate per la durata di 3 ore ciascuna - Prenotazione alla Casa Cavassa - Biglietti d'ingresso - Assicurazione Sanitaria e bagaglio - Accompagnatore dell'agenzia Vecchie Mura Viaggi.

COMUNICAZIONI VARIE

Dal Consiglio Regionale Lombardo dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti

A seguito di quanto emerso nel corso dell'ultima riunione consiliare risalente all'11 giugno scorso ed in particolare uditi i riferimenti del Referente regionale Mario Mazzoleni, effettuati gli approfondimenti del caso, ho ritenuto opportuno individuare un nuovo Coordinatore regionale per il settore "Turismo Sociale e fruizione dei Beni Culturali", come soluzione ai problemi organizzativi evidenziati.

Vi informo, infatti, che il nuovo coordinatore regionale è la sig.ra Piera Loda, già consigliere provinciale della Sezione U.I.C.I. di Brescia e componente della Commissione regionale in questione.

All'amica e collega Piera giungano i migliori auguri di un proficuo lavoro ed i sentiti ringraziamenti per la preziosa disponibilità.

Il Presidente

Nicola Stilla

Dalla Sezione di como

Comunichiamo nuovamente ai nostri soci che è possibile scaricare dalla seguente pagina del sito del Centro Internazionale del Libro Parlato A. Sernagiotto" - ONLUS di Feltre www.libroparlato.org/?q=inforama INFORAMA, una audio-rivista bimestrale in formato MP3, gratuitamente scaricabile anche dai non associati, contenente articoli su computer, Internet e le nuove tecnologie legate al mondo della disabilità, tratti dalle riviste più diffuse e da alcuni quotidiani nazionali.

Aprendo la pagina dal link sopra indicato è possibile scaricare i numeri delle ultime riviste dal 2008 fino al numero di marzo-aprile 2011 semplicemente cliccando sul numero corrispondente.

Per chi incontrasse difficoltà nella fase di scaricamento della rivista Dal sito, poniamo a disposizione in sezione un CD contenente gli ultimi 6 numeri della rivista stessa, da maggio-giugno 2010 a marzo-aprile 2011.

L'Amministrazione provinciale di Como avvisa i nostri soci disabili visivi in cerca di occupazione che è intenzionata ad organizzare corsi di formazione per l'avvio al lavoro di disoccupati.

Invitiamo, quindi, i nostri soci che si trovassero in tale condizione a contattare tempestivamente la nostra Segreteria sezionale (tel. 031-570565) per compilare una breve scheda personale al fine di comunicare dati precisi all'amministrazione provinciale per essere in grado di avviare tale progetto per l'organizzazione di corsi di formazione volti ad un avviamento ed inserimento nel mondo del lavoro.

DALLA SEZIONE DI MILANO

NOTIZIE DALLA SEDE CENTRALE

Questo spazio vuole essere una sorta di "miniguida" per orientarsi all'interno delle molteplici attività svolte dalla sede centrale della nostra Associazione.

A tal fine, vi proponiamo quelle circolari diramate dalla sede centrale nel mese appena trascorso, le quali contengono notizie e iniziative, che pensiamo possano suscitare un concreto interesse nei nostri soci.

Di sicuro qualcosa ci sfuggirà, ma pensiamo che questa selezione possa essere un valido punto di riferimento.

Buona lettura!

1) Circolare n. 201, diramata in data 5/7/2011

Proponi un'opera al Libro Parlato

A partire da venerdì 1° luglio 2011 è possibile, per i fruitori del servizio del Libro Parlato, proporre la produzione di opere. Per procedere sarà sufficiente collegarsi al sito internet della Sede Centrale - www.uiciechi.it - e cliccare sul link "Proponi un'opera al Libro Parlato"; si aprirà un form che andrà compilato per intero inserendo, nella prima schermata, il titolo del libro e il cognome dell'autore; qualora l'opera non risulti già presente nel nostro database, si aprirà una schermata successiva nella quale si dovranno inserire le informazioni relative al nome, cognome, città di residenza del richiedente più un campo note all'interno del quale immettere indicazioni e/o brevi annotazioni sull'opera da produrre.

Quanti non avessero per qualunque motivo la possibilità di accedere all'utilizzo del form possono inviare le proposte di produzione di opere all'indirizzo e-mail lp@uiciechi.it, o ancora indirizzare richieste scritte al Centro Nazionale del Libro Parlato - Via Borgognona, 38 - 00187 Roma, o telefonare al numero 06.699.88.360.

Verrà data priorità alla produzione di quelle opere che abbiano ricevuto il maggior numero di segnalazioni. Si cercherà di soddisfare tutte le richieste compatibilmente con le esigenze di produzione del servizio dando, ovviamente, la precedenza alle opere di interesse comune.

Come è noto si è scelto di non ricostituire la commissione preposta alla scelta dei libri da registrare poiché si ritiene importante che siano i fruitori ad effettuare la maggior parte delle segnalazioni.

2) Circolare n. 208, diramata in data 8/7/2011

Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. - Portatori di handicap - Avviso di selezione per n. 136 amministrativi

Si informa che la Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. assume complessivamente n. 136 portatori di handicap di cui alla legge n. 68 del 1999, individuati all'art. 1, comma 1, lett. a), b), c) e d) (ivi compresi i non vedenti), da destinare, con mansioni da impiegato amministrativo, in determinate sedi periferiche dell'Istituto, meglio dettagliate per disponibilità di posti nell'elenco allegato, in attuazione di convenzioni con i locali Centri per l'Impiego.

Tra i requisiti richiesti, occorre essere in possesso di:

  1. cittadinanza italiana o di uno Stato membro dell'Unione Europea;
  2. residenza anagrafica nella provincia interessata dalla selezione ovvero iscrizione negli appositi elenchi per il collocamento obbligatorio presso gli uffici competenti della medesima provincia;
  3. titolo di studio di scuola media superiore, di durata quinquennale.

Trattasi di una importante opportunità, da prendere in considerazione, soprattutto per chi è in condizioni di precarietà: infatti, l'inserimento in servizio - subordinato all'esito positivo delle prove d'esame - è previsto con il contratto di lavoro a tempo indeterminato.

Gli interessati sono invitati a consultare periodicamente la pagina web www.mps.it/Lavora+con+Noi/, dove la Banca Monte dei Paschi di Siena provvederà a pubblicare l'avviso di selezione relativo ai posti per provincia di riferimento, che si renderanno a mano a mano disponibili (non è previsto, infatti, un unico avviso di selezione per tutte le sedi territoriali dell'Istituto interessate alla selezione).

La procedura di candidatura è on-line, secondo i seguenti steps:

  1. Inserimento on-line della candidatura, utilizzando l'apposita procedura guidata.
  2. Accedendo nuovamente ai propri dati con l'utente e la password scelti dal candidato all'atto dell'inserimento della candidatura, vanno prodotte in formato elettronico (possibilmente in formato pdf), entro il termine di scadenza dell'avviso: copia del titolo di studio con votazione conseguita; copia del certificato medico di prima istanza attestante la propria disabilità; copia di iscrizione alle liste del collocamento obbligatorio (al riguardo, non sono ammesse autocertificazioni).

Diversamente da tante altre forme di selezione nel settore privato, si fa presente che la modalità di svolgimento della suddetta selezione è piuttosto flessibile.

Tra tutte le richieste di partecipazione pervenute, verrà effettuata una preselezione sulla base delle votazioni dei titoli di studio (debitamente parametrati tra titoli universitari e diplomi di maturità).

Si invitano tutti coloro che sono in possesso di più di un titolo accademico, a segnalare quello con il valore più elevato determinato dal rapporto tra il punteggio conseguito e il punteggio massimo (ad esempio, se un candidato possiede un diploma di maturità conseguito con 58/60 e una laurea conseguita con 105/110, deve inserire il primo dei due titoli poiché, per coefficiente differenziale, 58/60 = 0,967 è un valore più elevato di 105/110 = 0,955).

I candidati oggetto di preselezione saranno ammessi direttamente al colloquio individuale, il cui punteggio concorrerà alla costituzione del punteggio complessivo; la soglia di idoneità per avere accesso alla graduatoria finale è fissata ad un minimo di 60/100.

Al termine di tutte le fasi previste dalla selezione, verrà quindi costituita una graduatoria di idonei, relativa alla provincia interessata, dalla quale saranno prelevate - ai fini dell'assunzione - risorse fino ad un numero pari alle esigenze dichiarate dalla sede territoriale dell'Istituto.

La graduatoria manterrà la sua validità fino a due anni successivi all'avviso di selezione.

Nel caso lo si ritenesse utile, l'Ufficio Lavoro e Previdenza/ALA UIC della Sede Centrale (tel. 06 69988312) è a disposizione per ogni evenienza.

3) Circolare n. 212, diramata in data 13/7/2011

Master in Scienze Tiflologiche - II Edizione

Si informa che il Consiglio Regionale d'Abruzzo dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti e l'I.Ri.Fo.R Regione Abruzzo, in collaborazione con l'Università Telematica "Leonardo da Vinci" di Chieti, ripropongono anche per l'anno accademico in corso il Master in Scienze Tiflologiche già realizzato con successo lo scorso anno.

Si allega di seguito un estratto del bando che, comunque, per ogni ulteriore informazione, può essere reperito sul sito www.unidav.it.

Si rammenta che il termine ultimo di iscrizione è fissato al 31 ottobre 2011.

All. 1

UNIVERSITA' TELEMATICA "LEONARDO DA VINCI"

A.A. 2010/2011

MASTER DI PRIMO LIVELLO IN: "SCIENZE TIFLOLOGICHE"

Coordinatore: Prof. Fabio Capani, Ordinario MED/09

RIFERIMENTI NORMATIVI: il Master, organizzato in collaborazione con l'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus - Consiglio Regionale d'Abruzzo e cofinanziato dall'I.RI.FO.R. Regione Abruzzo, è istituito a norma dell'art. 3, comma 9, del DM 22 ottobre 2004 n. 270 e dell'art. 16 del Regolamento Didattico dell'Ateneo "Leonardo da Vinci". A norma della tabella di valutazione dei titoli delle Graduatorie ad Esaurimento del personale docente ed educativo delle scuole e degli istituti di ogni ordine e grado, approvata con D.M. 27 del 15 marzo 2007 ed integrata con D.M. 78 del 25 settembre 2007 "per ogni Diploma di perfezionamento, Master universitario di I o II livello di durata annuale (corrispondenti a 1500 ore e 60 CFU), con esame finale, coerente con gli insegnamenti ai quali si riferisce la graduatoria, sono attribuiti punti 3." Si valutano solo i titoli rilasciati da Università statali e non statali legalmente riconosciute.

1. FINALITÀ DEL MASTER

Il Corso mira a formare la figura del Tiflologo, ovvero una figura professionale altamente qualificata nella minorazione visiva, iscritta all'albo degli Educatori Tiflologici, che sia in grado di predisporre ed attuare strategie educative di intervento a favore dell'integrazione scolastica e universitaria della persona minorata della vista, e di costruire progetti di vita utili ad una adeguata inclusione sociale e professionale del medesimo.

2. OBIETTIVI DEL MASTER

Il Master persegue i seguenti obiettivi:

3. DESTINATARI DEL MASTER

A norma dell'art. 16, comma 2, del Regolamento Didattico dell'Ateneo "Leonardo da Vinci", è requisito di ammissione il possesso di un Diploma di Laurea o di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo. I destinatari del Master sono tutti coloro che sono interessati alla minorazione visiva, gli insegnanti in formazione o in servizio e coloro che aspirano all'insegnamento, i pedagogisti, gli educatori e i formatori.

4. NUMERO DEI PARTECIPANTI

Il limite massimo dei partecipanti ammessi al Master è pari a 50. Ai fini dell'attivazione del medesimo è richiesto un numero minimo di iscritti pari a 30. Qualora il numero delle iscrizioni dovesse superare il limite massimo di 50, si prenderà in considerazione la data di iscrizione.

5. PROGRAMMA E STRUTTURA DEL MASTER

Il Master si articola in n. 6 moduli disciplinari teorici fruibili on line (25 CFU), in n. 4 Laboratori in presenza (15 CFU), in un Tirocinio in presenza (15 CFU) e in una prova finale (5 CFU), per un impegno complessivo di n. 60 crediti formativi universitari (CFU) pari a 1.500 ore.

Ciascun modulo disciplinare teorico è strutturato in più insegnamenti ed ogni lezione comprende diapositive con commento audio, un testo scritto e un questionario.

Il quadro complessivo delle attività didattiche e dei rispettivi CFU è il seguente:

Moduli CFU

1. Argomenti introduttivi 2

2. Oculistica 2

3. Disabilità visiva e legislazione 4

4. Aspetti pedagogici, educativi e didattici della disabilità visiva 10

5. Aspetti neuropsichiatrici nella disabilità visiva associata ad altre disabilità 4

6. Aspetti psicologici della disabilità visiva 3

7. Laboratorio "Scrittura e lettura Braille" 5,5

8. Laboratorio "Mobilità e orientamento" 3

9. Laboratorio "Ausili informatici" 5

10. Laboratorio "Legislazione scolastica" 1,5

11. Tirocinio diretto e indiretto 15

PROVA FINALE 5

TOTALE CREDITI FORMATIVI 60

6. QUOTA INDIVIDUALE DI ISCRIZIONE

La quota di iscrizione è di € 1.600,00, pagabile in due (2) rate rispettivamente di € 1.000,00 (I rata) e di € 600,00 (II rata).

Termini di scadenza delle rate: prima rata al momento dell'iscrizione (31 ottobre 2011), seconda rata entro il 31 dicembre 2011.

Il pagamento oltre tale termine deve essere accompagnato da una tassa aggiuntiva di € 50,00.

Il mancato pagamento della seconda rata comporta l'esclusione dal Master.

7. VERIFICA DI PROFITTO

La piattaforma traccia le verifiche online di ogni lezione teorica. Per i Laboratori e il Tirocinio sono previste verifiche in presenza le cui modalità saranno stabilite dai singoli docenti.

8. PROVA FINALE

La prova finale, che si terrà presso l'Università Telematica "Leonardo da Vinci", Palazzo dei Baroni, Piazza S. Rocco, 2 - Torrevecchia Teatina (CH), è costituita dalla esposizione e dalla discussione di una tesi sugli argomenti trattati durante il Master.

9. ORGANI DEL MASTER

L'organo del Master è il Comitato Tecnico Ordinatore, costituito da:

10. ATTIVITÀ TUTORIALE

Il tutorato è assicurato dai docenti e dai tutor mediante gli strumenti sincroni ed asincroni.

È vivamente raccomandata la fruizione in ADSL.

4) Circolare n. 214, diramata in data 14/7/2011

INPDAP - Pensione di vecchiaia - Misure agevolative per non vedenti

Si informa che, di recente, questa Unione è intervenuta nuovamente nei confronti dell'INPDAP, per dirimere una questione di primaria importanza, in termini di diritto di accesso al pensionamento anticipato di vecchiaia, con riguardo ai soli lavoratori non vedenti.

Infatti, le difficoltà nell'individuare, a livello di pubblica amministrazione, a confronto con la più chiara regolamentazione normativa del settore privato, principi univoci circa l'orientamento da adottare in vista del pensionamento degli impiegati pubblici non vedenti, ha indotto l'Unione a richiedere, con urgenza, all'Istituto un parere d'autorità, come già documentato con circolari UIC nn. 113 e 134/2007, 262/2009 e 268 del 2010.

L'INPDAP ha riscontrato la nostra richiesta con nota del 6.7.2011, prot. 10878, di seguito meglio dettagliata; onde evitare fraintendimenti, si premette che si parlerà di un diverso trattamento ai fini previdenziali per il personale non vedente dello Stato, rispetto alle agevolazioni anagrafiche di maggior favore previste per tutti gli altri dipendenti pubblici in pari condizione (ad esempio, in servizio presso gli enti locali, etc).

Una diversa disciplina, questa, che trae forza dalla espressa volontà del Legislatore, che ha stabilito limiti fissi di età per il collocamento a riposo di tutti dipendenti civili dello Stato, ivi compresi i minorati della vista.

Requisiti anagrafici

Personale pubblico non statale: In base alle disposizioni di cui al comma 6 dell'art. 1 del D.lgs 503/1992, per i lavoratori non vedenti iscritti all'INPDAP rimangono tuttora validi i tassativi limiti di età, in vigore al 31.12.1992, stabiliti per il collocamento a riposo d'ufficio dalla fonte normativa delle singole amministrazioni datrici di lavoro; conseguentemente nell'ipotesi che tali limiti siano inferiori a 60 anni per le donne e 65 per gli uomini, i medesimi più bassi limiti di età vigenti al 31.12.1992 restano validi con riguardo ai soli dipendenti non vedenti.

Nel caso i CCNL di settore non prevedano espressamente i requisiti per il pensionamento, tali limiti più bassi sono confermati rinviando alla circolare applicativa INPDAP 23.7.1993, n. 16/I.P. che recita quanto segue: i preesistenti limiti di età per il diritto alla pensione di vecchiaia a carico dell'assicurazione generale obbligatoria, stabiliti dalla previgente normativa, sono in anni 60 per gli uomini e 55 per le donne (pp. 9 e 10).

Le recenti riforme di settore (in ultimo, la manovra anticrisi di cui al decreto legge 122/2010) hanno dato attuazione al riordino generale del sistema pensionistico, apportando modifiche ai preesistenti ordinamenti pensionistici, sebbene, come confermato dallo stesso INPDAP, per i non vedenti restano validi i tassativi più bassi limiti di età, in vigore al 31.12.1992 (cfr. note INPDAP prot. n. 7265 del 31.5.2007 e 20.6.2007 e prot. 13718 del 6.10.2010).

Personale pubblico dello Stato: Per i minorati della vista impiegati dello Stato l'INPDAP fa valere, invece, le regole generali per tutti i dipendenti statali ex art. 4 del DPR n. 1092/1973, secondo cui gli impiegati civili di ruolo e non di ruolo sono collocati a riposo al compimento dei 65 anni di età, indipendentemente dal sesso.

Purtroppo, ratione legis, non è possibile applicare ai dipendenti statali con difficoltà visive le stesse agevolazioni previdenziali di maggior favore previste per tutti gli altri lavoratori pubblici non vedenti, essendo stata fatta salva al 31.12.1992 la vigenza del DPR n. 1092, per esplicita previsione normativa ex art. 1, comma 6, del D.lgs 503/1992 (cfr. note INPDAP prot. 9349 del 15.6.2011 e prot. 13718 del 6.10.2010).

Requisiti contributivi

Sempre in favore dei lavoratori pubblici non vedenti (questa volta in senso lato, siano essi statali sia non), «... atteso che la legge 27 dicembre 1997, n. 449, non ha introdotto alcuna modificazione alla materia in questione, ad eccezione dei criteri di arrotondamento dell'anzianità contributiva» (cfr. nota INPDAP prot. 7265/07), a decorrere dal 1° gennaio 1998 il nuovo requisito per il diritto alla pensione di vecchiaia è pari ad anni 14, mesi 11 e 16 giorni e non più 14 anni, 6 mesi e 1 giorno (da attività lavorativa, da riscatto, figurativa etc) (cfr. Corte di Cassazione, Sezione Lavoro, sentenza n. 11740 del 23.3.2005).

Pertanto, si invitano i diretti interessati a far valere il proprio diritto al pensionamento anticipato di vecchiaia presso tutte le sedi competenti, godendo di una legislazione speciale, fatta salva appunto dall'art. 1, comma 6, del D.lgs 503/1992, rispetto alla normativa valida per tutti gli altri dipendenti del servizio pubblico, che attualmente prevede per ambo i sessi 65 anni di età anagrafica e almeno 20 anni contributivi.

Gli uffici della Presidenza Nazionale rimangono a disposizione per ogni ulteriore forma di chiarimento che si rendesse necessaria.

5) Circolare n. 219, diramata in data 19/7/2011

Soggiorno Nazionale Anziani a Tirrenia - "Salutando l'Estate" - dal 16 al 29 settembre 2011.

Si ha il piacere di comunicare che l'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, su proposta della Commissione Nazionale Anziani, sta organizzando presso il Centro Studi e Riabilitazione "G. Fucà" di Tirrenia un secondo Soggiorno anziani dal 16 al 29 settembre 2011 con il fine di creare un nuovo momento ricreativo e di svago.

La quota di partecipazione al soggiorno e' di € 500,00 a persona (€ 36,00 al giorno) con sistemazione in camera doppia o tripla.

Per la sistemazione in camera singola o in camera tripla uso doppia e' dovuto un supplemento pro-capite giornaliero di € 5,00.

La quota comprende:

* Trattamento di pensione completa con menu' a scelta (acqua minerale inclusa);

* Cocktail di benvenuto;

* Servizio spiaggia;

* Animazione.

Inoltre, saranno organizzati corsi di Show Down, informatica di base,nuoto, autostima e autonomia mentale, previa prenotazione e al costo irrisorio di € 15 per corso.

I requisiti richiesti per l'ammissione degli ospiti al soggiorno sono i seguenti:

a. aver compiuto il sessantesimo anno di età;

b. non esercitare attualmente attività lavorativa;

c. essere cieco o ipovedente grave o medio grave,secondo le vigenti norme;

d. nel caso di persone non deambulanti o con difficoltà particolarmente gravi disporre di

e. accompagnatore proprio, che provveda integralmente alle necessita' particolari.

I requisiti di cui sopra dovranno essere confermati dalla Sezione di appartenenza che provvederà, nel caso si tratti di non socio, ad accertarli, ad inoltrare le richieste di partecipazione al soggiorno alla Sede Centrale dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti.

L' accoglimento delle domande sarà soggetto alle seguenti priorità:

Per tutto il soggiorno saranno garantiti: l'eventuale assistenza infermieristica giornaliera; l'assistenza medica a chiamata; la disponibilità notturna di personale a chiamata; il servizio religioso nelle giornate di precetto; un programma di attività di animazione e di informazione sulla problematica degli anziani; escursioni esterne con contributo a carico degli interessati; durante tutto il periodo sarà presente in veste di coordinatore del soggiorno il componente della Commissione nazionale Anziani Cesare Barca e il primo giorno sarà presente per un saluto anche il Coordinatore nazionale della Commissione e Componente della Direzione Nazionale Luigi Gelmini.

Inoltre, si comunicano i prezzi del servizio transfert :

- da e per Livorno € 20,00 fino a 4 persone,

- da e per Pisa € 25,00 fino a 4 persone.

I predetti importi verranno aumentati di € 5,00 per ogni persona eccedenti le 4.

In caso di indisponibilità dell'automezzo della struttura i clienti potranno rivolgersi direttamente alla ditta Donati trasporti e servizi srl(Cell. 335 6149239) che praticherà i seguenti prezzi:

- da e per Livorno, servizio con autovettura fino a quattro persone euro 28, con minivan fino a otto persone euro 36;

- da e per Pisa, servizio con autovettura fino a quattro persone euro 32, con minivan fino a otto persone euro 40;

per soste dovute da ritardi di aereo e/o treni o da particolari esigenze del cliente, ogni 30 minuti di sosta euro 12;

Il servizio comprende l'accompagnamento e l'accoglienza al binario o l'assistenza nel check-in in aeroporto.

Le adesioni dovranno pervenire entro e non oltre il 9 settembre 2011 in forma scritta alla segretaria della Commissione, dr.ssa Simona Clivia Zucchett (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - Via Borgognona, 38 - 00187 ROMA - Fax 06/6786815, e-mail commissioneanziani@uiciechi.it), specificando le esigenze logistiche.

6) Circolare n. 226, diramata in data 25/7/2011

Rivista in arabo per non vedenti

Si informa che l'Ambasciata d'Italia in Libano ha contattato questa Sede Centrale per chiedere se ci sono in Italia delle persone non vedenti interessate a ricevere la rivista settimanale in Braille arabo "Nahar Al-Kafif" (il Giorno dei Ciechi), risultato di una collaborazione tra il Ministero Libanese degli Affari Sociali, un noto quotidiano nazionale libanese (Al Nahar) e l'Ufficio per la Collaborazione Italiana in Libano. La rivista presenta in media 3 articoli per numero sul contesto politico, culturale, economico in Libano ma anche nel mondo.

Le persone interessate a ricevere questa rivista dovranno contattare l'Ufficio Affari Internazionali di questa Unione ai seguenti recapiti: tel 0669988388/375, fax 0669988328, email inter@uiciechi.it.

7) Circolare n. 228, diramata in data 27/7/2011

Mailing list Comitato Nazionale Giovani - Attivazione

Cari amici,

si comunica che è attiva una lista di discussione "giovani_uici" voluta e progettata dal neo Comitato Nazionale Giovani, moderata e gestita dal signor Andrea Bazzano.

La mailing list, già sperimentata con successo dal Comitato Giovani nelle precedenti legislature un indispensabile strumento di comunicazione che l'Unione vuole impiegare per sviluppare le relazioni tra soci e non, e concorrere a promuovere una informazione efficace attraverso modalità differenziate (schede tematiche, circolari, mailing list, trasmissioni on-line, come Parla con l'Unione, newsletter).

Per iscriversi, l'operazione è semplice: è sufficiente registrarsi mandare una mail per l'iscrizione direttamente a:
giovani_uici-subscribe@yahoogroups.com.

L'indirizzo per poter inviare i messaggi alla lista è:
giovani_uici@yahoogroups.com

Per maggiori informazioni ed eventuali problemi, gli interessati possono contattare il signor Andrea Bazzano (bazzano.andrea@alice.it), che è a disposizione per ogni evenienza.

8) Circolare n. 235, diramata in data 29/7/2011

Proposta libri- Sezione di Potenza

Sono stati pubblicati e recentemente presentati a Potenza due interessanti libri scritti da due attivi e affezionati soci della locale Sezione:

"Le problematiche della disabilità visiva" di Nicola Quagliano

"Potenza, antica città fluviale" di Giuseppe Pietrafesa.

Le pubblicazioni arricchiranno il Catalogo Nazionale del Libro Parlato: gli interessati potranno acquistare una copia nel formato a stampa, facendone richiesta alla sezione di Potenza (Tel. e Fax 0971 21866 e-mail: uicpz@uiciechi.it), anche perchè l'autore del libro "Le problematiche della disabilità visiva" ha ceduto i diritti d'autore alla sezione del capoluogo lucano a scopo di autofinanziamento.

Segue una sintetica recensione dei due testi ed una breve biografia degli autori.

"Le problematiche della disabilità visiva" è un racconto attento del vissuto della cecità affrontata da tutte le angolazioni possibili e immaginabili. L'autore, infatti, ne analizza tutti i particolari e, con straordinaria oggettività, presenta al lettore i timori, le paure, le frustrazioni, le umiliazioni, ma anche la determinazione, la voglia di rivalsa sulla disabilità, la creatività, i sogni e le ambizioni dei ciechi; in altre parole uno spaccato della vita di chi la disabilità visiva la conosce profondamente perché la vive quotidianamente.

Tutto il testo - come scrive lo stesso autore - si propone due finalità, una didascalica che vuole essere di modesto insegnamento a chi non vede perché normalizzi il più possibile i suoi comportamenti, al fine di acquisire il giusto equilibrio nelle attività e nelle relazioni sociali, l'altra, più semplicemente descrittiva affinché la collettività conosca come chi non vede, malgrado la gravità dell'handicap riesca ad uscire dal tunnel della disabilità impegnando tutte le sue forze per far emergere le tante altre qualità che la società ignora, ma che è necessario che conosca per apprezzarle nel giusto valore.

Nicola Quagliano nasce a Cancellara (PZ) il 27/11/1930, iscritto all'Unione Italiana dei Ciechi dal 1953, ha ricoperto le cariche di Commissario straordinario nel 1966, di consigliere regionale nel 1978/79 e di presidente regionale dal 1985 al 1990, da sempre votato alla causa dei ciechi lucani. Avvocato libero professionista patrocinante in Cassazione; impegnato nel sociale, ha offerto il proprio contributo sia di professionista che economico in diverse Organizzazioni/Associazioni benefiche. Attualmente è vicepresidente dell'associazione Zia Lisa di Cancellara (PZ).

"Potenza, antica città fluviale" è un saggio nel quale l'autore ripercorre le tappe fondamentali della storia dell' antica Lucania e di Potenza, prendendo ad emblema della storia della città il Ponte di San Vito, un tempo dedicato al primo patrono di Potenza, Sant'Oronzio. Il monumento è "punto di incontro dell'antica città fluviale e dell'antica Via Erculea - scrive nella prefazione del libro Salvatore Lacerra, vicepresidente del Consiglio Comunale di Potenza e genero dell'autore- Da questo incrocio tra la via d'acqua, rappresentata dal Basento, e la via terrestre, rappresentata dalla Via Erculea, prende spunto una narrazione che a volo d'angelo narra le vicende storiche culturali ed artistiche delle Città di Potenza e della Comunità lucana, inquadrate nello scorrere del tempo, impreziosendo il lavoro con riferimenti a personaggi, storie, commenti, luoghi e tradizioni. Senza rinunciare al coraggio di considerazioni personali".

Il volume raccoglie anche i preziosi contributi critici di Bruno Nigro e di Maria Pietrafesa.

Giuseppe Pietrafesa nasce a Potenza il 03/05/1936; appassionato e studioso della storia della sua città, è anche un maestro artigiano intagliatore del legno e scultore della pietra. Nel maggio del 1999, in qualità di presidente del Comitato cittadino "pro Antonio Busciolano" ha promosso e realizzato l'affissione di una targa in marmo dedicata allo scultore lucano, collocata in via Pretoria nei pressi dell'abitazione del Busciolano. Pietrafesa ha già al suo attivo la pubblicazione di diversi libri dedicati a Potenza: nel 1992 ha curato la ristampa anastatica del saggio di Paolo De Grazia dedicato ai fratelli Busciolano, preceduta da una sua prefazione e arricchita da un'appendice di interventi critici e immagini fotografiche dell'opere dei Busciolano; nel 1994 ha pubblicato il volume dal titolo "Scultori ed intagliatori lucani"; ha presentato all'Unitre di Basilicata numerose ricerche riguardanti l'arte plastica, l'antica Porta Salza, la storia delle scale a Potenza, "Appunti di storia medievale" sulla Basilicata, il tracciato storico del Pianoro di Montereale detto "San Antonio al Monte; ha inoltre curato un breve ciclo di appuntamenti televisivi su un'emittente privata locale dal titolo "Le passeggiate storiche" in cui si narravano gli eventi storici della città di Potenza.

Sede centrale: circolari diramate nel mese di luglio

Di seguito viene riportato l'elenco completo delle circolari diramate dalla Sede centrale U.I.C.I. nel mese appena trascorso, con la specificazione del relativo numero e dell'oggetto.

Vi ricordiamo che tutte le circolari possono essere consultate all'indirizzo internet http://www.uiciechi.it/documentazione/circolari/main_circ.asp dove è possibile effettuare ricerche mirate tramite un comodissimo motore di ricerca.

L'AGENDA: APPUNTAMENTI DEL MESE DI AGOSTO



Cerca nel sito | Mappa del sito | XHTML 1.0 Valido | Torna ad inizio pagina
Copyright © 2006 - 2017 Consiglio Regionale U.I.C.I. della Lombardia. Codice fiscale 97006460154