Vai al menu

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS
Consiglio Regionale della Lombardia


Linee guida per la realizzazione da parte della Regione degli interventi per l’inclusione scolastica degli studenti con disabilità sensoriali.

Notizia del 05/07/2017

Lettera aperta del Presidente Regionale Nicola Stilla a tutti i genitori degli studenti con disabilità visiva

 

Carissimi, 

nel mese di dicembre dello scorso anno il Consiglio di Regione Lombardia ha votato una mozione con cui si invitavano il Presidente e la Giunta regionali «dal 1 gennaio 2017 a riprendere le competenze, a suo tempo delegate alle province, in ambito di disabilità». Non mi addentro qui sulla grave situazione in cui versavano e versano le Province né sulle difficoltà incontrate dai nostri ragazzi per vedersi riconosciuti i servizi di inclusione scolastica. Senza più risorse e con sempre meno personale, le Province hanno progressivamente rinunciato a svolgere questa funzione fondamentale stabilita per legge, anche se - come del resto è sempre stato - con i dovuti distinguo da provincia a provincia. Negli ultimi mesi, abbiamo pertanto collaborato a stretto contatto con gli Uffici preposti di Regione Lombardia per addivenire ad una soluzione e, finalmente, venerdì 30 giugno è stata adottata la DGR X/6832 con cui, sostanzialmente, si approvano modalità, criteri e procedure per la realizzazione da parte della Regione degli interventi per l'inclusione scolastica degli studenti con disabilità, e con disabilità sensoriali in modo particolare.

Le principali novità: 
Non si tratta di un semplice passaggio di competenze bensì di un cambiamento sostanziale. Innanzitutto, Regione Lombardia ha stabilito degli standard minimi di qualità per fare in modo che il servizio venga svolto in maniera omogenea sull'intero territorio. A fronte di questi standard è stata fissata anche una dotazione media per ciascuno studente che ammonta ad euro 5.800,00 e che in taluni casi può essere aumentata ad euro 7.000,00. Il secondo elemento di novità introdotto da Regione riguarda la qualità del servizio, non solo perché deve essere realizzato in base agli standard ma anche e soprattutto perché il soggetto erogatore dovrà fornire tutti gli interventi richiesti: consulenza tiflologica e tifloinformatica, testi scolastici adattati, materiale didattico, assistente alla comunicazione. Inoltre, i soggetti erogatori, per essere considerati tali, dovranno preventivamente dimostrare di possedere le competenze necessarie ed il personale qualificato per poter svolgere il servizio in quel determinato territorio.

Come si accede al servizio:
Regione Lombardia metterà successivamente a disposizione delle famiglie un modulo con cui richiedere il servizio. Questo modulo sarà disponibile presso le strutture dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, gli istituti scolastici ed i servizi sociali dei Comuni. Il modulo va presentato, di norma, al Comune di residenza il quale trasferisce la pratica all'ATS (Agenzia di Tutela della Salute) territorialmente competente che gestisce il budget finanziario per conto di Regione Lombardia. Sarà poi cura dell'ATS prendere contatti con la famiglia richiedente per informarla circa i soggetti erogatori del servizio tra cui scegliere.

Lo scenario futuro:
Questi standard, stabiliti sulla base dei dati "storici" ricavati dalle Province, saranno da verificare sul campo, tant'è che il primo anno scolastico (2017-2018) di applicazione delle nuove Linee Guida è da considerarsi sperimentale. È di fondamentale importanza che, soprattutto in questa fase, le famiglie collaborino con l'Unione per raccogliere eventuali criticità o disfunzioni da trasferire a Regione Lombardia affinché introduca i correttivi necessari.

Ci troviamo certamente di fronte ad un grande cambiamento e, come sempre accade in questi frangenti, dobbiamo mettere in conto che troveremo delle difficoltà. Ritengo che insieme si possano raggiungere importanti risultati per cui vi rinnovo l'invito a tenere stretti contatti con la vostra UICI di riferimento. La direzione oramai è tracciata, spetta a noi saperla trasformare in opportunità per migliorare la qualità del servizio e offrire ai nostri ragazzi una efficace e sempre più effettiva inclusione scolastica.

Cordialmente, 
Il Presidente (Nicola Stilla)

 

Riportiamo il link da cui è possibile scaricare i seguenti documenti:
1) d.g.r. 6832/2017 - Linee guida per lo svolgimento dei servizi a supporto dell'inclusione scolastica degli studenti con disabilità
2) Allegato A - Linee guida

http://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/DettaglioAvviso/servizi-e-informazioni/cittadini/scuola-universita-e-ricerca/trasporto-assistenza-studenti-disabili-2017

 

 

 



Cerca nel sito | Mappa del sito | XHTML 1.0 Valido | Torna ad inizio pagina
Copyright © 2006 - 2017 Consiglio Regionale U.I.C.I. della Lombardia. Codice fiscale 97006460154