Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS-APS
Consiglio Regionale Lombardo

random_image2.jpg

All’interno del progetto "A piccoli passi", dell’Associazione di Promozione Sociale La RosaAmara di San Casciano di Cascina, nasce Siblings, la solitudine dei supereroi, ovvero “Percorsi di terapia ricreativa per fratelli/sorelle di bambini con disabilità o gravemente malati”.

Massimiliano Salfi, docente di Materie Informatiche presso l’Università di Catania e fondatore dell’associazione vEyes, si interessa di disabilità visiva da quando alla figlia viene diagnosticata una retinite pigmentosa. Dal lavoro del suo team nasce l’app redEyes, che consente di effettuare il test anche ai neonati con uno smartphone Android trasformandolo in uno strumento diagnostico.

Salvatore Nocera presenta le importanti riflessioni scaturite in occasione del convegno dal titolo "Il coraggio di ripensare la scuola", svoltosi recentemente presso la LUISS (Libera Università Internazionale degli Studi Sociali) di Roma.

Bisogni educativi speciali e strumenti compensativi: cosa stabilisce il MIUR?

«Il mondo del lavoro – scrive Marino Bottà – è in rapida trasformazione. È quindi molto grave non disporre di dati aggiornati e attendibili, volendo avviare una riforma dei Centri per l’Impiego e dei Servizi per il Collocamento Disabili ...».

Circa il 45% dei pazienti con glaucoma non segue correttamente la terapia ipotonizzante perché assume meno del 75% della dose prevista. A dimostrarlo è un recente studio pubblicato sulla rivista American Journal of Ophthalmology.

MONZA. Due atleti non vedenti e una guida ai campionati italiani indoor. Un'intesa perfetta nata giorno dopo giorno, sulla pista della "Forti e Liberi" di Monza dove si allenano solo una volta alla settimana.

La maturità si avvicina: ecco alcune pratiche indicazioni per meglio orientarsi su quanto è previsto per gli alunni con disabilità.

Nato all’interno dell’Istituto Italiano di Tecnologia nel 2015 da una sinergia tra psicologi ed ingegneri esperti in tecnologia umanoide, il gruppo UVIP (Unit for Visually Impaired People) si pone l’obiettivo di far comunicare la psicologia evolutiva e dell’apprendimento con l’ingegneria per sviluppare tecnologie che, in base alla concreta conoscenza del modus operandi del cervello umano nell’apprendere, nell’evolversi e nel ritenere informazioni, possa essere utile alle persone, bambini, ma anche adulti, con minorazione visiva per la vita di tutti i giorni.

Presentata la prima fase del restyling da 40 mila euro finanziato da Fondazione Crc e Comune: totem interattivo con un filmato in 4 lingue (nel video c'è anche il linguaggio dei segni per i non udenti) oltre a quattro pannelli tattili con scrittura Braille che indicano i «punti notevoli» che si vedono da 52 metri di altezza.

Amici di Penna

penna stilograficaArticoli, interviste e servizi apparsi sui media che trattano i temi della disabilità visiva.
A cura di Massimiliano Penna

Sede

Via Mozart, 16
20122 Milano
Tel. 02 76011893
uiclomb@uiciechi.it
Codice fiscale: 97006460154
Codice IBAN: IT69 E 03111 01604 0000 0000 4658