Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS-APS
Consiglio Regionale Lombardo

random_image2.jpg

Anna Barbaro, ingegnere e violinista, dopo la malattia ha trovato riscatto nello sport: prima il nuoto e poi la triplice disciplina. E adesso in gara anche con il suo cane: «Il ruolo delle guide umane è fondamentale, ma affrontare una gara anche da soli toglie una soddisfazione ulteriore».

Dal “mondo della scuola” fortunatamente anche una storia positiva.
MONTEGIORGIO. L’ingegno e la tenacia di un insegnante di sostegno, la generosità di una ditta bergamasca e per Ilaria, 22 anni, non vedente con problemi di autismo, arriva un piccolo grande aiuto: un tappeto in erba sintetica che, ancorato al pavimento, le fa da percorso guidato per raggiungere in autonomia la sua classe.

Approvato in Conferenza unificata il riparto del Fondo per l'autonomia e la comunicazione per gli alunni con disabilità fisica o sensoriale, potenziato da 75 a 100 milioni per tre anni. Alla Lombardia 15,3 milioni.

«scrivere – afferma Erica Monteneri - aiuta a fissare i ricordi quando non hai più le fotografie da poter guardare». Nel suo libro "Cammei: piccole storie di donne intrecciate alla grande storia del nostro Paese, 1960-2000" ci conduce lungo l’evoluzione del pensiero politico e sociale delle donne di fronte alle grandi svolte storiche. Obiettivo: finanziare, con i proventi della sua vendita, un corso di scrittura creativa per una classe virtuale di otto uomini e otto donne non vedenti.

Blocnotes mese di aprile 2019, a cura di Massimiliano Penna

Professoressa universitaria, oftalmologa di fama internazionale, inventrice con cinque brevetti all’attivo. Patricia Bath è tra le 58 donne che hanno cambiato il mondo secondo il TIME. Quando ha brevettato la sonda Laserphaco, il primo dispositivo laser per la rimozione della cataratta, la reazione da parte dei suoi colleghi dell’Università della California di Los Angeles è stata di incredulità.

Persone con disabilità: peso o risorsa? Persone vulnerabili o persone vulnerate? Nel solco di questo interrogativo Giampiero Griffo svolge un’ampia riflessione sui diversi modi di considerare la persona con disabilità, ponendo in evidenza la nuova prospettiva introdotta dalla Convenzione delle Nazioni Unite sui Diritti delle Persone con Disabilità.

È necessario – scrive Simona Petaccia – che i professionisti della comunicazione diffondano un concetto tanto banale quanto taciuto: un servizio o un prodotto accessibile è usabile da tutti.

15 APRILE. Inaugurata ai Musei Reali del capoluogo piemontese la mostra intitolata “Leonardo da Vinci. Disegnare il futuro”, che resterà aperta fino al 14 luglio con alcuni dei suoi contenuti fruibili anche dalle persone con disabilità grazie alla collocazione di tavole multisensoriali con riproduzione tridimensionale e testo in Braille ad alta leggibilità. I contenuti, inoltre, saranno disponibili grazie all’uso delle tecnologie Qr-code e NFC (Near Field Communication).

Il Forum Europeo sulla Disabilità, battutosi a lungo per il miglior testo possibile, sottolinea ora che a fianco di alcuni aspetti positivi, restano gravi carenze e l’esclusione di aree essenziali, come i trasporti, l’ambiente edilizio e gli elettrodomestici.

Amici di Penna

penna stilograficaArticoli, interviste e servizi apparsi sui media che trattano i temi della disabilità visiva.
A cura di Massimiliano Penna

Sede

Via Mozart, 16
20122 Milano
Tel. 02 76011893
uiclomb@uiciechi.it
Codice fiscale: 97006460154
Codice IBAN: IT69 E 03111 01604 0000 0000 4658