Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS-APS
Consiglio Regionale Lombardo

random_image2.jpg

InVisibili del 18.12.2019

Perchè – scrive Simone Fanti - tutto ciò che ruota attorno alla disabilità deve essere, per forza, ridotto a terapia? Arteterapia se si dipinge o scolpisce, ippoterapia se si vuole fare una passeggiata a cavallo, o terapia occupazionale se si “fa un giro per negozi”. Perché si portano i ragazzi “normodotati” a corsi di musica per sviluppare le loro capacità e si portano quelli con esigenze speciali a fare musicoterapia? Non ci sono forse bambini e adolescenti con disabilità che sono veri artisti pieni di talento?

«Densissimo e degno di ampia diffusione – scrive Salvatore Nocera -, il messaggio di Papa Francesco in occasione della recente Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità è fortemente permeato dallo spirito che informa la Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità. Alla luce di esso, le Associazioni di persone con disabilità e i loro familiari chiedono alla Santa Sede di ratificare la Convenzione, apponendo eventualmente le proprie “riserve”, che tuttavia non possono prevalere sullo spirito di ampia e sentita condivisione profuso in quel messaggio».

La Repubblica del 15.12.2019

PORTOFERRAIO. 7 studenti della quinta B del liceo scientifico Foresi premiati dalla Camera di Commercio del Tirreno e della Maremma per la progettazione di un dispositivo per riconoscere i colori per persone non vedenti.

Lo ha detto Francesco Mercurio, presidente del Comitato delle Persone Sordocieche della Lega del Filo d’Oro, in occasione della recente Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, e ha aggiunto: «Vorrei che alle persone sordocieche fosse riconosciuta la loro disabilità con eguale attuazione su tutto il territorio nazionale e che ovunque, nelle case, negli edifici, per le strade, in TV e sui giornali, fossero già inclusi e previsti gli ausili e gli accorgimenti che garantiscono la piena fruibilità e accessibilità anche alle persone con disabilità fisiche e sensoriali».

Grazie anche a una proficua interlocuzione con le Associazioni maggiormente rappresentative delle persone con disabilità e delle loro famiglie (fra le quali l’UICI Lombardia), la Giunta Regionale della Lombardia ha approvato un provvedimento per la sperimentazione di un modello di offerta inclusiva, adeguata ai bambini con disabilità sensoriale da zero a 36 mesi che frequentano in Regione gli asili nido, i micro-nidi pubblici e privati e le sezioni primavera della scuola dell’infanzia, il tutto per garantir loro interventi quanto mai precoci, opportunità di socializzazione e adeguate stimolazioni.

CANTÙ, GIORNATA DELL’IPOVISIONE. Alla presenza di alcuni soci UICI, le persone vedenti hanno potuto sperimentare le diverse forme di ipovisione, in un percorso in crescendo che è partito dalla semplice osservazione ed è culminato in una simulazione vera e propria delle difficoltà che, nelle sue diverse forme, l’ipovisione comporta per chi ne è affetto.

Dall’idea di Michele Mele, giovane dottore in matematica presso l’Università Federico II di Napoli, nasce il progetto “Accessibilità all’arte”, frutto dell’esperienza del Centro Sinapsi dell’Università Federico II, delle tecnologie speciali di alcune aziende inglesi e grazie al supporto della struttura organizzativa del Touring Club di Salerno.

Realizzata dal Dipartimento di Informatica dell’Università Statale di Milano in collaborazione con l’Associazione Nazionale Subvedenti, presentata MusA, l’app che si integrerà con gli strumenti di accessibilità già presenti sugli smartphone per permettere a tutti di fruire dell’arte anche attraverso la realtà aumentata.

Amici di Penna

penna stilograficaArticoli, interviste e servizi apparsi sui media che trattano i temi della disabilità visiva.
A cura di Massimiliano Penna

Sede

Via Mozart, 16
20122 Milano
Tel. 02 76011893
uiclomb@uiciechi.it
Codice fiscale: 97006460154
Codice IBAN: IT69 E 03111 01604 0000 0000 4658