Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS-APS
Consiglio Regionale Lombardo

random_image2.jpg

Nel mondo sommerso di Ischia, Annaclara Farace - 25 anni, sorriso contagioso, subacquea per passione - fluttua come se non ci fosse un domani. "Qui non ci sono ostacoli in cui inciampare, né gradini che ti facciano cadere".

VENEZIA. Prenderà il via il 16 settembre “Arte del con-tatto”, un corso per insegnare agli operatori museali come rendere accessibili percorsi e opere d'arte alle persone con disabilità visiva, rendendo Venezia un po’ più “da toccare”.

Per chi non vede i suoni sono vitali, ma bisogna imparare a conoscerli e a riconoscerli e spesso non è facile.

La cataratta è un annebbiamento del cristallino del corpo oculare, che è normalmente trasparente. È la principale causa di perdita della vista nelle persone di età superiore ai 40 anni ed è la maggior causa di problemi di vista a livello globale rispetto a qualsiasi altra condizione o malattia degli occhi.

«Alcune cose sono ottime, ad esempio l’ICF è diventato lo standard su cui fare il profilo di funzionamento, mentre su altre cose non ci siamo per niente, come la specializzazione degli insegnanti di sostegno. Complessivamente l’aggettivo che mi viene in mente è “vecchio”», afferma Dario Ianes. «Rivoluzione sarebbe togliere gli insegnanti di sostegno, rendere tutti i docenti corresponsabili dell'inclusione e introdurre nelle scuole una équipe socio-psico-pedagogica, come previsto quarant’anni fa dalla legge 517».

Altra impresa per Fausto Clerici, 60 anni, atleta non vedente di Oltrona. Dopo la 100 chilometri del Passatore portata a termine a piedi per la terza volta qualche mese fa, con l'amico e guida Alessandro Arlati in tandem è arrivato al passo dello Spluga, dopo aver percorso 299,570 chilometri.

Dal 2 luglio è in vigore la norma europea che rende obbligatorio un dispositivo acustico (Avas) a bordo dei veicoli elettrici, per segnalarne la presenza soprattutto ai pedoni ciechi. L'Uici non ha dubbi: “Il veicolo silenzioso è un pericolo per chi non vede”.

Blocnotes mese di agosto 2019, a cura di Massimiliano Penna

«“Alle persone con disabilità venne negato il diritto al salvataggio”: la denuncia di qualche anno fa – scrive Stefano Zanut -, riguardante ciò che accadde nel 2005 a New Orleans, con l’arrivo del devastante Uragano Katrina, impone una riflessione e rende necessario, in tema di cambiamenti climatici e disuguaglianze, attivare un percorso nuovo – come stanno facendo le Nazioni Unite -, che a partire da ciò che abbiamo imparato dalle esperienze, sappia delineare un cambio di prospettiva nella cultura dell’emergenza e del soccorso, senza dimenticare di coinvolgere anche le persone interessate».

“In onda con Sante e Felice, il mare è come l’arte: entrambi possono abbattere le barriere”. Da Ravenna ad Ancona cavalcando l’onda dell’accessibilità e della condivisione.

Amici di Penna

penna stilograficaArticoli, interviste e servizi apparsi sui media che trattano i temi della disabilità visiva.
A cura di Massimiliano Penna

Sede

Via Mozart, 16
20122 Milano
Tel. 02 76011893
uiclomb@uiciechi.it
Codice fiscale: 97006460154
Codice IBAN: IT69 E 03111 01604 0000 0000 4658