Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS-APS
Consiglio Regionale Lombardo

random_image2.jpg

 

Previsti due convegni, il primo il 20 febbraio, per approfondire il tema della disabilità visiva, sensibilizzare chi ancora non lo conosce e comprendere come questo sistema di lettura-scrittura possa oggi continuare a garantire l’integrazione sociale, scolastica e lavorativa delle persone cieche e ipovedenti.

Roma, 6 febbraio 2019 – Ci sono invenzioni che, seppur straordinarie, col passare del tempo vengono superate e sostituite da nuove scoperte grazie al progredire della scienza, della ricerca e dell’innovazione. Il Braille, il sistema di scrittura a sei punti in rilievo inventato oltre due secoli fa, continua a essere ancora oggi un indispensabile strumento di integrazione e cultura per tutte le persone con disabilità visiva, rimanendo fedele nell’uso e nell’efficacia a come lo aveva concepito Louis Braille.

Per continuare a promuoverne la conoscenza e la diffusione, l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, in collaborazione con il Club Italiano del Braille, celebra la XII Giornata Nazionale del Braille con due convegni a Matera, il 20 e il 21 febbraio.

“La cultura tra le mani” è il titolo che abbiamo voluto dare a questi due giorni di incontri e dibattiti scegliendo Matera come città simbolo di un tema – la cultura – che per i ciechi e gli ipovedenti passa innanzitutto attraverso il tatto”, dichiara Mario Barbuto, Presidente U.I.C.I. “L’individuo con disabilità visiva impara a leggere con le dita, sente nascere la parola attraverso di esse, la può toccare, tradurre. È una fase fondamentale della vita poiché è in questo momento che egli acquisisce gli strumenti indispensabili per avviare il proprio percorso d’inclusività e di cittadino; attraverso l’uso del braille le persone cieche e ipovedenti possono accedere al patrimonio culturale scritto dell’umanità”. “L’impegno ad abbattere gli ostacoli che impediscono l’accesso alla cultura e la politica di inclusione che la città di Matera sta sviluppando anche attraverso nuove tecnologie e processi di apprendimento, ne faranno il luogo ideale dove discutere e confrontarci con esperti del mondo accademico e istituzionale”.

La Giornata Nazionale del Braille è una ricorrenza istituita con la legge n. 126 del 3 agosto 2007 e si celebra annualmente il 21 febbraio, quale momento di sensibilizzazione dell’opinione pubblica nei confronti delle persone con disabilità visiva. La giornata coincide con quella mondiale della difesa dell’identità linguistica promossa dall’Unesco.

Neppure oggi, con l’avvento delle tecnologie digitali e il personal computer, il Braille può dirsi superato: mantiene ancora intatta tutta la sua qualità educativa e ha un valore imprescindibile per le persone con disabilità visiva; è qualcosa che appartiene a loro nel profondo.

“LA CULTURA TRA LE MANI”

XII GIORNATA NAZIONALE DEL BRAILLE

Matera, 20-21 febbraio 2019

Programma mercoledì 20 febbraio, ore 16.30-19.50

Ex ospedale San Rocco Chiesa del Cristo Flagellato

Piazza San Giovanni – Matera

16.30 Presentazione e significato della Giornata Nazionale del Braille

Moderano: Fabiana Santangelo, Giornalista

Nicola Stilla, Presidente Club Italiano del Braille

16.40 Saluto di benvenuto

Mario Barbuto, Presidente Nazionale U.I.C.I. 

Angelo Camodeca, Presidente Consiglio Regionale U.I.C.I. Basilicata

Giuseppe Lanzillo, Presidente Sezione Territoriale U.I.C.I. Matera

17.00 Primo intervento musicale

Orchestra del Conservatorio Statale di Musica Egidio Romualdo Duni

17.20 Saluto dei Soci Fondatori del C.I.B. e dei rappresentanti delle Istituzioni

18.00 Intermezzo musicale – Anna Varriale, soprano – Fernando Russo, pianista

18.15 “Braille: scoprire la differenziazione inclusiva”

Giancarlo Abba, Pedagogista, componente del Nis (Network Inclusione Scolastica) e della Commissione Nazionale Istruzione U.I.C.I.

18.35 Laboratori ‘Insoliti puntini’ a scuola di Braille

Maria Buonocristiano, Consigliera Nazionale U.I.C.I.

Donato Donnoli, Governatore Rotary distretto 2120 Puglia e Basilicata

18.50 Intermezzo musicale – Anna Varriale, soprano – Fernando Russo, pianista

19.05 Braille, il mio compagno di vita.

Testimonianze: Mario Dileo, Francesca Modena, Alfonso Guttieri.

Letture tratte dal libro “Filippo e Louis Braille” di Fabiana Santangelo: Emilia Fortunato, Hermes Teatro Laboratorio e Francesca Modena

19.30 Intermezzo musicale – Mario Dileo

19.50 Conclusioni

--------------------

Programma giovedì 21 febbraio, ore 9.00-13.00

Aula C 103 – Università degli Studi della Basilicata

Via Lanera – Matera

9.00 Registrazione dei partecipanti

9.30 Saluti e introduzione:

Nicola Stilla, Presidente Club Italiano del Braille

Mario Barbuto, Presidente Nazionale U.I.C.I.

Modera:

Giancarlo Abba, Pedagogista, componente del Nis (Network Inclusione Scolastica) e della Commissione Nazionale Istruzione U.I.C.I.

9.45 Lectio Magistralis “Tutti diversi e uguali, indicazioni pedagogiche e applicazioni possibili”

Domenico Milito, Professore Associato di Didattica e Pedagogia Speciale, corso di laurea in Scienze della Formazione Primaria, Università degli Studi della Basilicata

10.30 “L’uso del Braille, oggi e domani”

Stefano Salmeri, Professore Associato di Pedagogia generale e sociale, Facoltà di Studi Classici, Linguistici e della Formazione, Università degli Studi di Enna “Kore”

11.00 “Chi e perché può insegnare il Braille: la radice comune per una didattica condivisa”

Marco Condidorio, componente la Direzione Nazionale U.I.C.I. e coordinatore delle Commissioni Nazionali Istruzione e Formazione e Terza Età U.I.C.I.

11.30 “Braille: dall’inclusione scolastica all’inserimento nel mondo del lavoro oggi”

Franco Lisi, Direttore Scientifico della Fondazione Istituto dei Ciechi di Milano

12.00 “Braille e musica: un connubio indiscutibile”

Antonio Quatraro, Presidente Consiglio Regionale U.I.C.I. Toscana e coordinatore della Commissione Nazionale Studi Musicali U.I.C.I.

12.30 Testimonianze

12.50 Conclusioni:

Mario Barbuto, Presidente Nazionale U.I.C.I.

Nicola Stilla, Presidente Club Italiano del Braille

La partecipazione degli studenti del corso di laurea in Scienze della Formazione Primaria sarà riconosciuta come attività di tirocinio indiretto.

Sarà garantito il servizio di interpretariato LIS.

Sede

Via Mozart, 16
20122 Milano
Tel. 02 76011893
uiclomb@uiciechi.it
Codice fiscale: 97006460154
Codice IBAN: IT69 E 03111 01604 0000 0000 4658