Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS-APS
Consiglio Regionale Lombardo

random_image2.jpg

 

Si è tenuta giovedì 4 ottobre la conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa “Invito a Teatro”, giunta quest’anno alla sua 40° edizione.

L'iniziativa è gestita per la terza stagione dall'Associazione culturale Teatri per Milano ed è sostenuta da Comune di Milano, Regione Lombardia e Fondazione CARIPLO ai quali, da questa stagione, si è aggiunta la Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi.

Con l’obiettivo di avvicinare al teatro una platea di pubblico che sia la più ampia possibile, di anno in anno viene offerto un calendario di eventi con il coinvolgimento dei 16 maggiori teatri della città di Milano, ai quali viene favorito l’accesso tramite l’offerta di abbonamenti con formule vantaggiose.

Un’importante novità è rappresentata dal protocollo stipulato tra Teatri per Milano, AGIS (Associazione Generale Italiana per lo Spettacolo) Lombarda, LEDHA (Lega per i Diritti delle persone con Disabilità) e FAND (Federazione tra le Associazioni Nazionali delle persone con disabilità) per proporre comuni modalità d'accesso alle sale teatrali lombarde delle persone con disabilità.

Il suddetto protocollo costituisce una sorta di anticipazione del progetto europeo “Disability card”, che nasce nell’ambito della strategia dell’Unione europea 2010-2020 in materia di disabilità e la cui implementazione in Italia è promossa da FISH (Federazione Italiana Superamento Handicap). Il suddetto progetto è finalizzato all’introduzione di una tessera che permetta l’accesso gratuito o a prezzo ridotto alle persone con disabilità a tutta una serie di servizi in materia di trasporti, cultura e tempo libero.

La card non è ancora stata implementata, ma il protocollo firmato prevede che tutti i teatri soci la adottino a riferimento per l'avvio di una nuova prassi condivisa, ossia stabilire nella misura della disabilità certificata al 67% la percentuale minima per l'accesso alle agevolazioni. La stagione 2018/2019 servirà a monitorare questo protocollo: è previsto, infatti, che le biglietterie dei teatri istituiscano una riduzione ad hoc così da poter verificare il numero degli intervenuti a fine stagione.

Il protocollo si applica solo ai biglietti interi e non ai tagliandi abbonamento.

Dichiara Nicola Stilla, Presidente della FAND Lombardia: “l’inclusione sociale delle persone con disabilità passa anche per lo svago, la cultura, la ricreazione e il tempo libero, diritti peraltro esplicitamente richiamati dalla Convenzione delle Nazioni Unite sui Diritti delle Persone con Disabilità. Siamo fermamente convinti che l’interessamento dimostrato dall’Associazione Teatri per Milano debba essere considerato un grande segno di civiltà, poiché rappresenta il segno tangibile della precisa volontà di contribuire alla creazione di una società realmente inclusiva. Il teatro per sua natura racchiude in sé un enorme valore non solo culturale, ma anche umano dal momento che dietro ogni spettacolo ci sono la dedizione, l’impegno e il lavoro di una moltitudine di persone. Facilitare l’accesso agli spettacoli alle persone con disabilità, pertanto, è un’opportunità che speriamo sia valorizzata quanto più possibile dai potenziali interessati, auspicando altresì che questa esperienza si possa estendere rapidamente a tutti i teatri lombardi e anche ad altre tipologie di proposte culturali”.

Per ulteriori informazioni, Associazione TEATRI PER MILANO - Piazza Luigi di Savoia, 24 – 20124 Milano

Tel. 02.67397838

Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sito web: www.invitoateatro.mi.it

Sede

Via Mozart, 16
20122 Milano
Tel. 02 76011893
uiclomb@uiciechi.it
Codice fiscale: 97006460154
Codice IBAN: IT69 E 03111 01604 0000 0000 4658