Vai al menu

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS
Consiglio Regionale della Lombardia


"Bresciaoggi" del 10 Giugno 2017

Il Centro non vedenti trova una nuova casa

In città sono seguiti 151 utenti: 108 accedono ai servizi di consulenza, per altri 43 sono stati attivati dagli educatori interventi nelle scuole.

BRESCIA. Cambia sede il Centro non vedenti. Dopo molte vicissitudini e tante speranze è stata inaugurata ieri la nuova dimora del Centro non vedenti, da ora ospitata nella struttura di via Sant'Antonio 16 a Mompiano. Finanziato da provincia e comune di Brescia, il nuovo Centro opererà con l'obiettivo di favorire l'inclusione scolastica dei bambini e dei ragazzi non vedenti e ipovedenti, fornendo loro un supporto attivo che andrà ad intervenire a diversi livelli. Gli educatori e i dipendenti del Centro potranno infatti offrire un sostegno metodologico ai docenti di bambini non vedenti, ma potranno anche agire in modo diretto nelle classi. Il Centro sarà promotore di formazione tiflodidattica, cioè dedicata alle persone con disabilità visiva, e di adattamento all'uso di strumenti specifici, tiflotecnici e tifloinformatici. Inoltre, proporrà l'insegnamento del sistema di lettura Braille, fornirà materiali sensoriali, un servizio di trascrizione testi e realizzerà un'attività di ricerca tiflopedagogica per l'elaborazione e la progettazione di percorsi didattici adeguati alle problematiche dei bambini ipovedenti e non vedenti. «Si tratta di un'iniziativa all'avanguardia, di grande valore, che sottolinea come la brescianità non si identifichi soltanto con il tondino e l'industria, ma sia anche promotrice di iniziative sociali che rispondono alle esigenze delle persone» spiega Pietro Bisinella, presidente del Centro. ATTUALMENTE il Centro non vedenti ha in carico 151 utenti: per 108 di questi si sta intervenendo attraverso servizi di consulenza, mentre per i restanti 43 sono stati attivati interventi diretti in classe con una figura specializzata. «I nostri educatori - chiarisce Bisinella - fanno consulenza in tutte le scuole della provincia di Brescia, occupandosi di integrazione scolastica e piena realizzazione del bambino non vedente». La struttura, così come ricordato dall'assessore alla scuola Roberta Morelli, ha da tempo attirato l'attenzione di altre città e la sua nuova sede consentirà di fare nuove ed efficaci iniziative a sostegno di tutti i bambini non vedenti. «Da questo momento il Centro, che è comunque stato sempre molto vitale, acquisterà una nuova spinta e questa nuova casa fa prevedere nuovi traguardi importanti» ha detto l'assessore all'inaugurazione di un Centro che dà un aiuto concreto alle famiglie. L'esperienza del Centro sarà dunque «un'eccellenza da tutelare» e magari anche da esportare in altre province, per dirla ricalcando l'opinione espressa dal presidente della provincia Pierluigi Mottinelli.

 

 

 

 



Cerca nel sito | Mappa del sito | XHTML 1.0 Valido | Torna ad inizio pagina
Copyright © 2006 - 2017 Consiglio Regionale U.I.C.I. della Lombardia. Codice fiscale 97006460154